Skip to content

FRIV-4.INFO

Non è mai stato così facile cercare file popolari. Qui puoi trovare film e musica assolutamente gratuiti

SCARICARE LEGGE 104/92 DA


    Scopri le ultime novità sulla Legge , verifica i requisiti, scarica la modulistica e rimani aggiornato / Art. 1 – Finalità della legge Art. 2 – Principi generali c. persegue il recupero funzionale e sociale della persona affetta da. , più nota come legge /92, è il riferimento legislativo "per l'assistenza, Di seguito, vediamo le cose più importanti da sapere sulla legge A CHI SI. (Scarica qui linee guida legge ) 33 della legge /92 che risultano in tre giorni di permesso mensile retribuiti e coperti Un lavoratore che beneficia dei permessi da legge può svolgere anche lavoro straordinario. quello che segue è il testo vigente dopo le ultime modifiche introdotte dalla Legge 8 marzo , n. 53 e dal decreto legislativo 26 marzo Vi ricordiamo che dal , il limite di reddito per essere considerati figli a carico, sale A ch spettano le agevolazioni Legge /92 sull'auto?.

    Nome: re legge 104/92 da
    Formato:Fichier D’archive
    Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
    Licenza:Gratis!
    Dimensione del file:37.86 MB

    A cosa si ha diritto quando viene riconosciuta una disabilità grave ai sensi della Legge , art. In molti si chiedono cosa significa e quali sono le agevolazioni fiscali previste non solo per il disabile ma anche per il familiare che presta assistenza.

    Sono molte le agevolazioni riconosciute a chi è affetto da handicap grave, che vanno dai permessi , ai congedi fino ad agevolazioni fiscali specifiche. Il testo, nello specifico, stabilisce quanto segue:. Ecco a cosa si ha diritto. Non potendo di seguito affrontare tutti i dettagli specifici, i lettori che intendono richiedere ulteriori informazioni possono far riferimento al gruppo Facebook di Informazione Fiscale per porre le proprie domande.

    Questo viene redatto a seguito di una visita specialistica da parte di medici competenti in materia di disabilità e accompagnamento.

    Dopo questo necessario chiarimento, scendiamo invece nel dettaglio per vedere tutte le agevolazioni a cui ha diritto il disabile grave e il suo familiare, a partire da permessi e congedi della legge I permessi sono fruibili solo nel caso in cui il familiare disabile non sia ricoverato in strutture di riabilitazione o in ospedale, tranne nei casi di ricovero a tempo pieno per disabili in stato di coma vigile o terminale.

    Il congedo della legge è riconosciuto ai genitori di figli con handicap grave, ai fratelli o alle sorelle conviventi con il disabile, al coniuge convivente o ad uno dei figli che assistono i genitori conviventi.

    In molti si chiedono cosa significa e quali sono le agevolazioni fiscali previste non solo per il disabile ma anche per il familiare che presta assistenza. Sono molte le agevolazioni riconosciute a chi è affetto da handicap grave, che vanno dai permessi , ai congedi fino ad agevolazioni fiscali specifiche.

    Il testo, nello specifico, stabilisce quanto segue:. Ecco a cosa si ha diritto. Non potendo di seguito affrontare tutti i dettagli specifici, i lettori che intendono richiedere ulteriori informazioni possono far riferimento al gruppo Facebook di Informazione Fiscale per porre le proprie domande.

    Siamo ancora ben lontani dagli standard nord europei , dove la cultura della disabilità è in uno stadio molto più avanzato. In Italia capita spesso di leggere sui quotidiani di fatti eclatanti che vedono la prevaricazione dei diritti di una persona disabile , in questi paesi è una rarità. Ebbene, nel belpaese non solo le risorse riservate a questo capitolo sono insufficienti , spesso ci si trova anche a dover combattere delle vere e proprie battaglie per superare la barriera peggiore: la burocrazia.

    Questi due termini, che hanno significati completamente diversi , nel gergo comune vengono spesso confusi ed utilizzati impropriamente.

    Si rende pertanto necessario approfondire i differenti significati dei termini Disabilità ed Handicap per meglio comprendere anche alcune definizioni della Legge In generale, con il termine Disabilità si definisce la presenza di una qualche menomazione psichica oppure fisica , che porta il soggetto interessato a trovarsi in una situazione di svantaggio. Il fatto, ad esempio, di non vederci bene, di non sentirci, oppure di avere difficoltà a camminare saranno tutte forme di disabilità.

    Per meglio comprendere possiamo considerare una persona che a causa di un incidente è diventata paraplegica, non ha più la funzionalità degli arti inferiori: questa è la sua disabilità.

    Quindi, nel momento in cui una persona sia stata riconosciuta come invalida , si potrà evidenziare anche la persistenza di quegli svantaggi che fanno parte del suo handicap. Il quadro delle agevolazioni previste dalla legge del e dai successivi aggiornamenti, apre un argomento articolato e complesso, è infatti uno dei cardini di questa importante norma. Queste diverse categorie di agevolazioni sono destinate direttamente alle persone con handicap o ai familiari che li assistono.

    Le agevolazioni , quindi, riguardano non solo la persona disabile direttamente, ma anche la sua famiglia in modo da garantire al massimo chi abbia bisogno di assistenza. Volendo fare un elenco delle agevolazioni legge , essendo come detto un argomento articolato per approfondire il quale si rimanda alla pagina dedicata, queste sono riassumibili cosi:.

    Giova evidenziare cosa succede nei casi in cui i permessi riguardino disabili nella delicata fase di revisione del verbale di riconoscimento. Con la circolare n. I permessi di lavoro retribuiti spettano solamente a lavoratori dipendenti con le seguenti caratteristiche:. Ai lavoratori dipendenti , purché disabili in situazione di gravità , spettano permessi orari giornalieri di una o due ore in funzione del numero di ore lavorate. Questi ultimi sono frazionabili , in modo che si possano avere delle ore di permesso distribuite in diversi giorni del mese.

    Ai parenti di persone con handicap grave , che siano lavoratori dipendenti , sono concessi i permessi orari giornalieri rapportati alle ore di lavoro effettivamente svolto. In alternativa potranno fruire di 3 giorni di permesso mensili che possono essere anche frazionati in ore. Per i genitori di un bambino disabile grave di età inferiore ai 3 anni è previsto il diritto a un prolungamento del congedo parentale fino al terzo anno di vita del bambino.

    Successivamente alla visita presso la commissione, potranno monitorare anche lo stato di avanzamento delle loro pratiche.

    Il ricevimento del riconoscimento farà partire il diritto a tutti i benefici e alle agevolazioni previste dalla legge 92 a vantaggio della persona interessata. Allo stesso modo si occupa di ricevere e di riconoscere le richieste di pensionamento anticipato spettanti ai disabili o ai familiari che li assistono.

    Istituto StataIe di Istruzione Superiore

    Una delle agevolazioni più importanti a favore dei disabili o dei loro Caregiver è sicuramente quella che permette loro di potersi assentare dal lavoro, senza perdere la remunerazione, per un determinato numero di ore al mese.

    Presupposto fondamentale per poter usufruire di questo beneficio è che sia stata riconosciuta la condizione di handicap grave. Sono diversi gli articoli della legge che trattano del percorso scolastico e più in generale di quello educativo e formativo delle persone con disabilità. La scuola deve prevedere idonee dotazioni didattiche e tecniche , che possano garantire al disabile il diritto allo studio.

    Il profilo deve tenere conto delle specifiche caratteristiche psico-fisiche , sociali ed affettive del minore ed ha lo scopo di metterne in luce esigenze, difficoltà e capacità. Gli insegnanti di sostegno hanno il compito di assicurare una assistenza scolastica il più possibile completa.

    Agli atenei è consentito prevedere piani di studio individuali e servizi di tutoraggio , se pur nei limiti del bilancio delle singole università. Le conclusioni di tale conferenza sono trasmesse al Parlamento anche al fine di individuare eventuali correzioni alla legislazione vigente. Il Ministro per la solidarietà sociale promuove e coordina progetti sperimentali aventi per oggetto gli interventi previsti dagli articoli 10, 23, 25 e 26 della presente legge.

    Le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano provvedono a ripartire i fondi di loro spettanza tra gli enti competenti a realizzare i servizi, dando priorità agli interventi in favore delle persone handicappate in situazione di gravità e agli interventi per la prevenzione. Il ministro del tesoro é autorizzato ad apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.

    Entrata in vigore 1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta ufficiale. La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sarà inserita nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della Repubblica italiana.

    Il piano sanitario nazionale viene predisposto dal Governo su proposta del Ministro della sanità, sentito il Consiglio sanitario nazionale. Il piano sanitario nazionale è sottoposto dal Governo al Parlamento ai fini della sua approvazione con atto non legislativo.

    Il Parlamento esaminata ed approva contestualmente il piano sanitario nazionale, le norme precettive di applicazione e le norme di finanziamento pluriennale. Il Governo adotta i conseguenti atti di indirizzo e coordinamento, sentito il Consiglio sanitario nazionale, il cui parere si intende positivo se non espresso entro sessanta giorni dalla richiesta. I piani sanitari triennali delle regioni sono approvati con legge regionale almeno giorni prima della scadenza di ogni triennio.

    Nel libretto sanitario sono riportati, a cura della sanità militare, gli accertamenti e le cure praticate durante il servizio di leva. Con lo stesso provvedimento sono determinate le modalità per la graduale distribuzione a tutti i cittadini del libretto sanitario, a partire dai nuovi nati.

    La Conferenza è convocata dal Presidente del Consiglio dei Ministri almeno ogni sei mesi, ed in ogni altra circostanza in cui il Presidente lo ritenga opportuno, tenuto conto anche delle richieste dei presidenti delle regioni e delle province autonome.

    Il Presidente del Consiglio dei Ministri presiede la Conferenza, salvo delega al Ministro per gli affari regionali o, se tale incarico non è attribuito, ad altro ministro. La Conferenza è composta dai presidenti delle regioni a statuto speciale e ordinario e dai presidenti delle province autonome.

    La Conferenza dispone di una segreteria, disciplinata con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, di concerto con il Ministro per gli affari regionali. La Conferenza viene consultata: a. Il Presidente del Consiglio dei Ministri, o il ministro appositamente delegato, riferisce periodicamente alla commissione parlamentare per le questioni regionali sulle attività della Conferenza. In tali casi la valutazione sulla sussistenza dei presupposti e condizioni ed il parere sulle spese rimborsabili sono dati dal centro di riferimento territorialmente competente, sentita la commissione prevista dal successivo art.

    Deroghe alle disposizioni ed ai criteri di cui al precedente art. La predetta relazione e la certificazione rilasciata a conclusione delle attività formative sono inserite, a richiesta del docente, nel fascicolo personale. Per lo svolgimento delle attività previste dal presente articolo i Ministri si avvalgono di una commissione di esperti composta da: a.

    Il diploma di specializzazione si consegue, successivamente alla laurea, al termine di un corso di studi di durata non inferiore a due anni finalizzato alla formazione di specialisti in settori professionali determinati, presso le scuole di specializzazione di cui al decreto del Presidente della Repubblica 10 marzo , n. Con una specifica scuola di specializzazione articolata in indirizzi, cui contribuiscono le facoltà ed i dipartimenti interessati, ed in particolare le attuali facoltà di magistero, le università provvedono alla formazione, anche attraverso attività di tirocinio didattico, degli insegnanti delle scuole secondarie, prevista dalle norme del relativo stato giuridico.

    I diplomi rilasciati dalla scuola di specializzazione costituiscono titolo di ammissione ai corrispondenti concorsi a posti di insegnamento nelle scuole secondarie. Con la medesima procedura si provvede alle successive modifiche ed integrazioni di quanto disciplinato dai commi 1 e 2.

    Gli enti di cui alla lettera b del comma precedente devono possedere, per essere ammessi al finanziamento, i seguenti requisiti: Le convenzioni di cui al presente articolo sono esenti da ogni tipo di imposta o tassa.

    Sono riservati allo Stato i proventi derivanti da maggiorazioni di aliquote o altre modificazioni dei tributi di cui sopra, che siano disposte successivamente alla entrata in vigore della presente legge, quando siano destinati per legge alla copertura di nuove o maggiori spese a carico del bilancio statale.

    Fruizione benefici Legge /92 - Aspetti organizzativi

    La percentuale del gettito complessivo del tributo, attribuibile alle modificazioni e maggiorazioni di aliquote previste dal precedente comma è determinata con la legge di bilancio. Il fondo comune e ripartito fra le Regioni a statuto ordinario con decreto del Ministro per il tesoro di concerto con quello per le finanze nel modo seguente: F.

    Al pagamento delle somme spettanti alle Regioni, il Ministero del tesoro provvede bimestralmente con mandati diretti intestati a ciascuna Regione. La perdita dei quattro arti, fino al limite della perdita totale delle due mani e dei due piedi insieme.

    Legge 104 art. 3 comma 3, cosa dice?

    La perdita dei tre arti, e quella totale delle due mani e di un piede insieme. Le alterazioni organiche ed irreparabili di ambo gli occhi, che abbiano prodotto cecità bilaterale, assoluta e permanente. L'importo massimo della detrazione potenzialmente spettante è pari a 1.

    Per poter dedurre le spese di assistenza specifica è necessario disporre delle relative fatture, ricevute o quietanze di pagamento dove sia evidenziata la prestazione svolta e la qualifica dell'operatore.

    Tali spese sono deducibili dal reddito complessivo, anche se sono sostenute per conto dei familiari disabili, che non risultano fiscalmente a carico. Le spese sanitarie specialistiche es. L'importo massimo deducibile è pari ado 1. Si specifica, tuttavia, che questa deduzione spetta indistintamente a qualsiasi contribuente, a prescindere dalla condizione di disabile.