Skip to content

FRIV-4.INFO

Non è mai stato così facile cercare file popolari. Qui puoi trovare film e musica assolutamente gratuiti

SCARICA ELETTRICA MORTALE VOLT


    Contents
  1. Effetti della folgorazione
  2. Tensione e corrente elettrica: confronto e differenze
  3. Quale scarica elettrica può uccidere? - friv-4.info
  4. Folgorazione

La folgorazione, comunemente detta scossa, è il passaggio di una forte corrente elettrica scarica accidentale di una corrente elettrica sull'organismo umano ( nell'uso o scossa elettrica), che può avere effetto mortale o essere causa di ustioni, pericolosa è di V in corrente continua e 50 V in corrente alternata. L'effetto della corrente elettrica non dipende dal voltaggio, che misura la differenza di La scarica quindi può portare alla morte sia che venga da cavi ad alta. Folgorazione elettrica, caratteristiche ed effetti sull'uomo . in base alla tensione elettrica, la cui unità di misura è rappresentata dai Volt. Si sa che la corrente elettrica è molto pericolosa perché invisibile, silenziosa e non sono pericolose, nonostante i 30 Volt, perché l'energia è minima. una corrente di 50 mA (milliampere) potenzialmente mortale. Quando una scarica elettrica attraversa il corpo umano, per la In Italia le folgorazioni rappresentano circa il 4% degli infortuni mortali sul lavoro e Si possono ritenere come livelli di sicurezza i 25 volt in corrente alternata e i 60 volt in.

Nome: elettrica mortale volt
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. iOS. MacOS. Windows XP/7/10.
Licenza:Gratis!
Dimensione del file:54.81 Megabytes

Accenni di elettrofisiologia[ modifica modifica wikitesto ] L'organismo animale è costituito da cellule al cui interno è presente una soluzione acquosa salina e da una matrice extracellulare che riempie gli spazi tra cellula e cellula, anch'essa assimilabile ad una soluzione salina.

Se ad una cellula viene applicata una differenza di potenziale inversa a quella di riposo si ha un aumento del passaggio di ioni sodio verso l'interno, che porta ad un annullamento del potenziale indotto ed una successiva inversione.

Il fenomeno, noto come potenziale d'azione , si manifesta se il potenziale applicato supera una soglia di eccitabilità che diminuisce con l'aumentare del tempo di applicazione. Questo meccanismo è alla base della propagazione del segnale nervoso, della percezione degli stimoli e della contrazione muscolare.

Pertanto, il passaggio di una corrente elettrica esterna attraverso il corpo ha, fra l'altro, l'effetto di interferire con i potenziali d'azione delle cellule nervose e muscolari, alterando la trasmissione nervosa e stimolando i muscoli e gli organi attraversati.

Impedenza del corpo, tensione e corrente[ modifica modifica wikitesto ] Dal punto di vista circuitale un corpo sottoposto a differenza di potenziale elettrico costituisce un' impedenza , il cui valore varia in funzione del soggetto fattori individuali, sesso, età , delle condizioni della pelle secca, bagnata, sudata e dalla frequenza Hz della tensione applicata.

In conseguenza della legge di Ohm , la corrente circolante attraverso l'impedenza rappresentata dal corpo è direttamente proporzionale alla tensione applicata. Poiché gli effetti termici e biologici sono determinati essenzialmente dall'intensità di corrente, si ha che la tensione elettrica non è un indice diretto della pericolosità dell'elettricità.

In corrente continua i predetti valori vanno corretti rispettivamente a: 2, 40 e mA.

I singoli atti respiratori avvengono per la contrazione dei muscoli intercostali e del diaframma che con il loro movimento variano il volume della cassa toracica. Durante l'elettrocuzione per i medesimi motivi che determinano la tetanizzazione i muscoli si contraggono e non consentono l'espansione della cassa toracica impedendo la respirazione.

Effetti della folgorazione

Se non si elimina velocemente la causa della contrazione e se non si pratica in seguito a evento di notevole intensità la respirazione assistita il soggetto colpito muore per asfissia. In questo caso un tempestivo massaggio cardiaco offre qualche possibilità di recuperare l'infortunato, altrimenti destinato a morte sicura.

USTIONI Sono la conseguenza tanto maggiore quanto maggiore è la resistenza all'attraversamento del corpo da parte della corrente che, per effetto Joule determina uno sviluppo di calore.

Al contrario a frequenze più elevate sarà necessario uno stimolo di intensità maggiore, per provocare l'alterazione del comportamento naturale della stessa cellula.

In realtà la faccenda è molto più complicata ed articolata ed impegna diverse branche della scienza medica e non solo.

Tuttavia, per chi volesse approfondire, consiglio la lettura di uno dei capitoli del testo riportato alla fine dell'articolo. La tetanizzazione I muscoli sono normalmente comandati ed azionati da impulsi elettrici fisiologici che si propagano lungo le fibre nervose.

Tensione e corrente elettrica: confronto e differenze

Si ha il fenomeno di tetanizzazione, quando il muscolo non risponde più agli stimoli fisiologici ma viene contratto ed eventualmente decontratto a causa degli stimoli elettrici legati al passaggio di corrente dovuta all'elettrocuzione soggetto. Quando la frequenza degli stimoli supera un dato valore, il muscolo si contrae senza possibilità di ritornare allo stato di quiete almeno finché non cessa lo stimolo elettrico in questo caso si parla di contrazione tetanica massimale o tetano fuso.

Per quanto esposto precedentemente, va detto che la tetanizzazione è un fenomeno quasi esclusivamente appannaggio delle elettrocuzioni da correnti alternate. La pericolosità della tetanizzazione muscolare per il soggetto coinvolto, è legata nel peggiore dei casi all'impossibilità dell'interessato di staccarsi dalla parte in tensione, ovvero di lasciare la presa che determina in esso il passaggio di corrente elettrica.

Il valore limite di corrente, per il quale il soggetto sottoposto ad elettrocuzione è ancora in grado di staccare la presa dalla parte in tensione è mediamente quantificato i 10 mA AC Hz e prende il nome di corrente di rilascio.

Quale scarica elettrica può uccidere? - friv-4.info

La fibrillazione ventricolare Fin da piccoli ci hanno insegnato che il cuore si comporta come una vera e propria pompa. Per fare una similitudine, il nodo senoatriale è il generatore esso infatti genera impulsi elettrici , le fibre di trasmissione al miocardio, costituiscono la conduttura di alimentazione, il miocardio è il motore che aziona la "pompa ventricolare".

In questo modo, con frequenza media di circa 70 pulsazioni al minuto, il sangue viene spinto nel "circuito arterioso" i condotti di mandata.

Un sistema biologicamente "perfetto" salvo patologie che possono richiedere la sostituzione del nodo senoatriale con un pace maker generatore artificiale di impulsi elettrici o delle valvole cardiache ad esempio. Quando si parla di elettrocuzione, la prima cosa che viene in mente è l'arresto cardiaco. Questa causa di morte è tuttavia lo stadio finale di quella che viene conosciuta con il nome di fibrillazione ventricolare, ovvero un alterazione patologica del meccanicismo ritmico ed ordinato di trasmissione degli impulsi elettrici che in tal caso si sovrappongono freneticamente rendendo disordinata ed inefficiente la contrazione dei ventricoli i quali non riescono più a pompare correttamente il sangue nelle arterie.

In questi casi, l'unica probabilità di salvezza è data da una contro stimolazione esterna, una scarica elettrica di elevata intensità opportunamente assestata, in pratica quello che si cerca di fare con il classico defibrillatore. Tuttavia, non sempre si ha la fortuna di avere a portata di mano, attrezzatura idonea e personale specializzato a tale tipo di manovra. Per semplificare al massimo, possiamo dire che nei confronti della fibrillazione ventricolare, il percorso mano sinistra - torace è quello più pericoloso, mentre un contatto piede - piede ha un fattore di rischio sensibilmente inferiore.

Oltre a quelle accennate, ci sono poi altre variabili che rendono difficile stabilire con esattezza la frazione di corrente che interessa e che innesca il fenomeno della fibrillazione.

Anche la durata di esposizione al passaggio di corrente è determinante, normalmente, correnti che cessano entro il normale periodo del ciclo cardiaco 0,5 - 1s non sono in grado di determinare la fibrillazione. Le correnti dei luoghi domestici, ossia quelle che determinano il maggior numero di accidenti, sono originate da basse tensioni.

Folgorazione

La resistenza offerta dal corpo umano al passaggio della corrente varia peraltro da individuo a individuo e, anche in un medesimo soggetto, in rapporto alla regione del corpo essendo massima a livello degli strati cutanei e assai bassa, al contrario, nei tessuti profondi e a numerose altre condizioni, quali il grado di imbibizione dei tessuti superficiali per es. In relazione alle diverse condizioni, i danni possono risultare minimi o gravissimi e andare dalla sensazione di pizzicore più o meno forte della 'scossa' fino a contratture muscolari in grado di provocare grave disturbo della respirazione, per l'interessamento dei muscoli toracici, o per l'arresto cardiocircolatorio e ventilatorio completo dovuto a fibrillazione ventricolare.

Importanti sono anche altri elementi, come per es. La corrente continua dà luogo ad azioni elettrolitiche in vicinanza dei punti di contatto, con relative reazioni chimiche dovute ai prodotti dell'elettrolisi, mentre quella alternata provoca una violenta tetanizzazione.

Gli effetti generali sono di natura motoria, cardiocircolatoria, respiratoria, nervosa e psichica: convulsioni, blocco della muscolatura ventilatoria, alterazioni del ritmo cardiaco, fenomeni di soffocamento, edema polmonare, paralisi, perdita di coscienza, sensazione di angoscia , dolori diffusi, astenia profonda ecc. Sta capitando molto frequentemente che a causa di un fulmine in cantiere un operaio mentre sta lavorando viene colpito.

Per questo bisogna apportare sistemi di sicurezza più evoluti! Se abbiamo la pelle asciutta allora possiamo fungere da buon isolante migliaia di ohm mentre se la nostra pelle è bagnata allora perde questa qualità da isolante e si riduce in centinaia di ohm.

Praticamente i muscoli rimangono contratti. Si definisce contatto indiretto quando non si tocca la fonte in tensione bensi ad esempio parti metalliche elettrizzate quindi sono parti imprevedibili. You may also like.