Skip to content

FRIV-4.INFO

Non è mai stato così facile cercare file popolari. Qui puoi trovare film e musica assolutamente gratuiti

SCARICA SAM BROADCASTER 4.2.2 ITALIANO GRATIS


    Contents
  1. Architettura dei calcolatori - Andrew S. Tanenbaum.pdf
  2. 03_marzo2014
  3. SAM Broadcaster Lite
  4. series. Manuale dell'utente 49HFLT 55HFLT 65HFLT - PDF

SAM Broadcaster download gratuito. Ottieni la nuova versione di SAM Broadcaster. Una stazione di lavoro per DJ con possibilità di broadcasting. SAM Broadcaster Vecchia Versione. Attenzione! – c'è una versione più recente di SAM Broadcaster premete qui per l'ultima versione di SAM Broadcaster. SAM Broadcaster, download gratis. SAM Broadcaster Crea la tua stazione radio online. sam broadcaster download gratis Gratis download software a UpdateStar - SAM2 - Internet broadcast DJ software professionale SAM è una soluzione di. sam broadcaster download free Gratis download software a UpdateStar - SAM2 - Internet broadcast DJ software professionale SAM è una soluzione di.

Nome: sam broadcaster 4.2.2 italiano gratis
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: Android. Windows XP/7/10. iOS. MacOS.
Licenza:Gratis!
Dimensione del file:13.75 MB

SCARICA SAM BROADCASTER 4.2.2 ITALIANO GRATIS

Home Contattaci Notizie Collegamenti web. Pagina principale della Galleria fotografica. Mostra diapositive. Descrizione Nessuna descrizione. Votazione Voti: 0 Votazione media: Ancora nessuna valutazione! Pagina principale della Galleria fotografica Mostra diapositive. Nessuna descrizione. Casino R.

WebMoney, Skrill..

Finally, there are a set of guidelines that tell developers how their applications should behave, recommend control looks and placement, and suggest behaviors according to those of other applications on the system. All this is done in the sake of consistency and ease of use.

This begs the question, "why didn't the X developers do things that way in the first place? It makes sense; after all, it would have avoided all the problems we mentioned earlier. The answer is that in designing X, its creators chose to make it as flexible as possible.

Mechanisms are there, but they don't encourage people to play with those. As a result I lose versatility; if I don't like the way MacOS manages my windows, or the toolkit doesn't provide a function I need, I'm pretty much out of luck.

This doesn't happen under X, altough as seen before, the price of flexibility is greater complexity. Let's take KDE for example. KDE includes a single window manager kwm , which manages and controls the behavior of our windows.

It recommends using a certain graphic toolkit Qt , so that all KDE applications look the same, as far as their onscreen controls go. KDE further extends Qt by providing a set of environmentspecific libraries kdelibs for performing common tasks like creating menus, "about" boxes, program toolbars, communicating between programs, printing, selecting files, and other things.

These make the programmer's work easier and standardize the way these special features behave. KDE also provides a set of design and behavior guidelines to programmers, with the idea that, if everybody follows them, programs running under KDE will both look and behave very similarly.

Finally, KDE provides, as part of the environment, a launcher panel kpanel , a standard file manager which is, at the time being, Konqueror , and a configuration utility control panel from which we can control many aspects of our computing environment, from settings like the desktop's background and the windows' titlebar color to hardware configurations.

It provides a central point from which to launch applications, and it also provides for small applications, called "applets", to be displayed within it. This gives functionality like the small, live clock most users can't live without. We used KDE as an example, but it's by no means the earliest desktop environment for Unix systems. However CDE wasn't as feature-rich and easy as it needed to be. Along with Motif, CDE has practically disappeared from the free software world, having been replaced by better alternatives.

They all provide the basic facilities we mentioned earlier. GNOME and KDE have had the most support, both from the community and the industry, so they're the most advanced ones, providing a large amount of services to users and applications. We mentioned KDE and the components that provide specific services under that environment. The GNOME project has always tried to be window manager-agnostic, acknowledging that most users get really attached to their window managers, and forcing them to use something that manages windows differently would detract from their audience.

Other than this, GNOME uses the Gtk toolkit, and provides a set of higher-level functions and facilities through the gnome-libs set of libraries. GNOME has its own set of programming guidelines in order to guarantee a consistent behavior between compliant applications; it provides a panel called just "panel" , a file manager gmc, altough it's probably going to be superseded by Nautilus , and a control panel the gnome control center.

Each user is free to choose whichever desktop environment feels the best. The end result is that, if you use an all-kde or all-gnome system, the look and feel of the environment is very consistent; and your applications all interact between them pretty nicely.

This just wasn't possible when we had apps written in a hodgepodge of different toolkits. The range of facilities provided by modern desktop environments under Linux also enable some other niceties, like component architectures KDE has Kparts and GNOME uses the Bonobo component framework , which allow you to do things like having a live spreadsheet or chart inside a word processing document; global printing facilities, similar to the printing contexts found in Windows; or scripting languages, which let more advanced users write programs to glue applications together and have them interact and cooperate in interesting ways.

Under the Unix concept of "desktop environment", you can have programs from one environment running in another. They're just programs, after all. Of course the whole idea of a desktop environment is consistency, so it makes sense to stick to apps that were designed for your particular environment; but if you're willing to cope with an app that looks "out of place" and doesn't interact with the rest of your environment, you are completely free to do so.

It's very similar to how things work under other environments, assuming they work on top of X. First a program called gnome-session starts, and sets up the working session.

A session includes things such as applications I always open, their on-screen positions, and such. Next, the panel gets started. The panel appears at the bottom usually and it's sort of a dashboard for the windowing environment. It will let us launch programs, see which ones are running, and otherwise control the working environment. Next, the window manager comes up. Since we're using GNOME, it could be any of several different window managers, but in this case we'll assume we're running Sawfish.

Finally, the file manager comes up gmc or Nautilus. The file manager handles presentation of the desktop icons the ones that appear directly on the desktop. So far all of the programs that have been started are clients, connecting to the X server. In this case the X server happens to be in the same computer, but as we saw before, it need not be.

We'll now open an xterm to type some commands. When we click on the xterm icon, the panel spawns, or launches, the xterm application. It's another X client application, so it starts, connects to the X server and begins displaying its stuff. When the X server assigns screen space for my xterm, it lets the window manager Sawfish decorate the window with a nice titlebar, and decide where it will be on screen. Let's do some browsing. We click on the Netscape icon on the panel, and up comes a browser.

It looks a bit out of place here I'll open the "File" menu. Motif is providing the on-screen controls, so it's the Motif library's job to make the appropriate calls to the underlying Xlib, draw the necessary on-screen elements to display the menu and let me select the "exit" option, closing the application.

Now I open a Gnumeric spreadsheet and start doing some stuff. At some point I need to do some work on the xterm I had open, so I click on it. Sawfish sees that, and, being in charge of managing windows, brings the xterm to the top and gives it focus so I can work there. After that, I go back to my spreadsheet, now that I'm finished I want to print my document. When I print, Gnumeric calls the gnome-print library, which actually communicates with the printer and produces the hard copy I need.

L'ip forwarding non e' gestito da un demone ma e' parte del protocollo ipv4 e quindi va attivato come supporto a livello di kernel. Una volta attivato: mettere Prova: dig -x Il comando dig -x Bandinelli 3H ; refresh 15M ; retry 1W ; expiry 1D ; minimum ns 10 mail.

Instead of having such servers started at system initialization time, and be dormant until a connection request arrives, xinetd is the only daemon process started and it listens on all service ports for the services listed in its configuration file. When a request comes in, xinetd starts the appropriate server.

Because of the way it operates, xinetd as well as inetd is also referred to as a superserver. The services listed in xinetd configuration file can be separated into two groups. Services in the first group are called multi-threaded and they require the forking of a new server process for each new connection request. The new server then handles that connection. For such services, xinetd keeps listening for new requests so that it can spawn new servers. On the other hand, the second group includes services for which the service daemon is responsible for handling all new connection requests.

Such services are called single-threaded and xinetd will stop handling new requests for them until the server dies. Services in this group are usually datagram-based.

So far, the only reason for the existence of a superserver was to conserve system resources by avoiding to fork a lot of processes which might be dormant for most of their lifetime. While fulfilling this function, xinetd takes advantage of the idea of a superserver to provide features such as access control and logging. Therefore, anybody can use xinetd to start special-purpose servers.

Applicazione dei tcp wrappers a xinetd e ai vari sottoservizi The classical inetd helps controlling network connections to a computer. When a request comes to a port managed by inetd, then inetd forwards it to a program called tcpd. Tcpd decides, in accordance with the rules contained in the hosts. If the request is allowed, then the the corresponding server process e.

Questi due file di configurazione hosts. Solo con Tcpd oppure con Xinetd compilato con supporto per hosts. La zona linux. MX 10 mail. The original program, "delivermail", was shipped in with 4.

But delivermail was a very inflexible program. In fact, its configuration was written into it at compile time. His approach was quite liberal but it had to be. For example, during this timeframe UUCP mail often was transmitted with no headers at all, so sendmail had to create them from scratch. This methodology set the standard for MTAs as it required that they be very accepting and make modifications to inbound and outbound mail rather than rejecting it for protocol nonconformance.

The first version of sendmail shipped to the world was included with 4. Since that first release Eric has continued to work on sendmail but he is not the only person to work on sendmail's development. Lista dei file installati da Sendmail 8. It is used both to allow and deny relay access. Here are a couple of examples of what the file's entries may look like: Sendmail users who have used earlier versions of Red Hat Linux may be accustomed to using other files to control this functionality but in the newer version of sendmail use of these files has been deprecated.

Actually, using a single file to control access is much simpler. You just need to understand the rules for its use. The domaintable allows an old domain to be mapped to a new one.

It enables transitions from old domain names to new domain names by rewriting the old domain name to the new one.

The mailertable is a very useful hack which can help you to do some amazing things. It allows you to specify not only a domain translation or forward to a new domain name but you can also specify the delivery agent. Here's a sample: thisdomain. This can be used in many ways but direct forwards of inbound mail come to mind. If a domain's MX is located on your machine but the actual users are elsewhere this is a perfect use for the mailertable hack.

Essentially, it's a very powerful tool for redirecting mail. The final file in the quartet is the virtusertable. This file is another database but this one maps virtual domains and addresses into new addresses. Its most common use is to allow multiple accounts of the same name but different domains on a single host. The address on the right could also be a remote address. In this way you could allow multiple people to be "webmaster" for email purposes and yet all of their mail will remain separate.

Versione consigliata con patch di sicurezza su www. Controllare la versione di sendmail rpm —qa grep sendmail e che anche il macro processor m4 sia installato. However, the laptop and users on computers that do dnl not have 24x7 DNS do need this.

Utilizzare il comando newaliases per aggiornare il database degli alias. Far partire sendmail e verificare che stia girando ps -ax grep sendmail. Verificare che il DNS Named stia girando per il dominio linux. Configurare un client Outlook con un nuovo account mail.

Provare ad inviare e a ricevere una mail da Outlook ad un utente creato sul mail server. This improves scalability for many, but not all configurations.

New Build System The build system has been rewritten from scratch to be based on autoconf and libtool. This makes Apache's configuration system more similar to that of other packages.

Multiprotocol Support Apache now has some of the infrastructure in place to support serving multiple protocols. Better support for non-Unix platforms Apache 2.

Also, new calls have been added that provide additional module capabilities without patching the core Apache server. Filtering Apache modules may now be written as filters which act on the stream of content as it is delivered to or from the server. Multilanguage Error Responses Error response messages to the browser are now provided in several languages, using SSI documents. They may be customized by the administrator to achieve a consistent look and feel. Simplified configuration Many confusing directives have been simplified.

The often confusing Port and BindAddress directives are gone; only the Listen directive is used for IP address binding; the ServerName directive specifies the server name and port number only for redirection and vhost recognition. These directly translate to the underlying Unicode file system, providing multilanguage support for all Windows NT-based installations, including Windows and Windows XP.

This support does not extend to Windows 95, 98 or ME, which continue to use the machine's local codepage for filesystem access. Regular Expression Library Updated Apache 2. All regular expression evaluation now uses the more powerful Perl 5 syntax. This module allows supporting browsers to request that content be compressed before delivery, saving network bandwidth.

This experimental module allows for character set translation or recoding. In addition, the negotiation and MultiViews algorithms have been cleaned up to provide more consistent results and a new form of type map that can include document content is provided.

Scaricare e compilare i sorgenti di Apache 2 dal sito www. Scaricare e compilare i sorgenti di PHP 4 dal sito www. Attivare la gestione da parte di Apache delle pagine con estensione. Esercizio 1: creare un file index. Therefore you need to have a separate IP address for each host. With name-based virtual hosting, the server relies on the client to report the hostname as part of the HTTP headers. Using this technique, many different hosts can share the same IP address.

Name-based virtual hosting is usually simpler, since you need only configure your DNS server to map each hostname to the correct IP address and then configure the Apache HTTP Server to recognize the different hostnames. Name-based virtual hosting also eases the demand for scarce IP addresses. Therefore you should use name-based virtual hosting unless there is a specific reason to choose IP-based virtual hosting.

Some reasons why you might consider using IP-based virtual hosting: Some ancient clients are not compatible with name-based virtual hosting. If you need to support obsolete clients and still use name-based virtual hosting, a possible technique is discussed at the end of this document. Some operating systems and network equipment implement bandwidth management techniques that cannot differentiate between hosts unless they are on separate IP addresses.

Modifiche da fare in httpd. Sul DNS va creata una nuova zona linux2. The first VirtualHost section is used for requests without a known server name.

Il file di configurazione si chiama: config. Notice how this is different from a script written in other languages like Perl or C -- instead of writing a program with lots of commands to output HTML, you write an HTML script with some embedded code to do something in this case, output some text. What distinguishes PHP from something like client-side JavaScript is that the code is executed on the server.

If you were to have a script similar to the above on your server, the client would receive the results of running that script, with no way of determining what the underlying code may be. You can even configure your web server to process all your HTML files with PHP, and then there's really no way that users can tell what you have up your sleeve.

Don't be afraid reading the long list of PHP's features. You can jump in, in a short time, and start writing simple scripts in a few hours. What can PHP do? PHP is mainly focused on server-side scripting, so you can do anything any other CGI program can do, such as collect form data, generate dynamic page content, or send and receive cookies.

But PHP can do much more. There are three main fields where PHP scripts are used. Server-side scripting. This is the most traditional and main target field for PHP. You need three things to make this work. You need to run the webserver, with a connected PHP installation. See the installation instructions section for more information. Command line scripting. You can make a PHP script to run it without any server or browser. You only need the PHP parser to use it this way.

These scripts can also be used for simple text processing tasks. See the section about Command line usage of PHP for more information. Writing client-side GUI applications. You also have the ability to write cross-platform applications this way. PHP has also support for most of the web servers today. So with PHP, you have the freedom of choosing an operating system and a web server. Furthermore, you also have the choice of using procedural programming or object oriented programming, or a mixture of them.

PHP can autogenerate these files, and save them in the file system, instead of printing it out, forming a server-side cache for your dynamic content. One of the strongest and most significant feature in PHP is its support for a wide range of databases. Writing a database-enabled web page is incredibly simple.

You can also open raw network sockets and interact using any other protocol. At last but not least, we have many other interesting extensions, the mnoGoSearch search engine functions, the IRC Gateway functions, many compression utilities gzip, bz2 , calendar conversion, translation Python is an interpreted, interactive, object-oriented programming language.

It is often compared to Tcl, Perl, Scheme or Java. Python combines remarkable power with very clear syntax. It has modules, classes, exceptions, very high level dynamic data types, and dynamic typing. Python is also usable as an extension language for applications that need a programmable interface. Il pacchetto php-mysql X - La libgd è inclusa nel PHP a partire dalla versione 4. Quindi, se abbiamo una linux box con due interfacce: eth0 con indirizzo Ad ogni hub sono collegati due client, uno con indirizzo Per fare in modo che la macchina Sul secondo client rete In other words, you may freely use the mangle matches etc that could be used to change TOS Type Of Service fields and so on.

This could be used for setting up policies on the network regarding how a packet should be routed and so on. Note that this has not been perfected and is not really implemented on the Internet and most of the routers don't care about the value in this field, and sometimes, they act faulty on what they get.

Don't set this in other words for packets going to the Internet unless you want to make routing decisions on it, with iproute2. We could tell packets to only have a specific TTL and so on. One good reason for this could be that we don't want to give ourself away to nosy Internet Service Providers. Some Internet Service Providers do not like users running multiple computers on one single connection, and there are some Internet Service Providers known to look for a single host generating different TTL values, and take this as one of many signs of multiple computers connected to a single connection.

The MARK target is used to set special mark values to the packet. These marks could then be recognized by the iproute2 programs to do different routing on the packet depending on what mark they have, or if they don't have any. We could also do bandwidth limiting and Class Based Queuing based on these marks.

In other words, it should only be used to translate the packet's source field or destination field. Note that, as we have said before, only the first packet in a stream will hit this chain.

After this, the rest of the packets will automatically have the same action taken on them as the first packet. In other words, we change the destination address of the packet and reroute it to the host. SNAT is mainly used for changing the source address of packets.

For the most part you'll hide your local networks or DMZ, etc. A very good example would be that of a firewall of which we know outside IP address, but need to substitute our local network's IP numbers with that of our firewall. If your network uses We can match packets and filter them in whatever way we want.

Of course we may also do prior filtering; however, this particular table, is the place for which filtering was designed. Almost all targets are usable in this chain. We will be more prolific about the filter table here; however you now know that this table is the right place to do your main filtering.

Per verificare lo stato delle porte correntemente in ascolto sulla propria macchina Linux utilizzare il comando: netstat -natup Esempi: 1. This connection tracking mechanism provides the ability to associate all the packets of a particular connection with each other. Stateful inspection attempts to make sense out of the higher level protocols such as NFS, http and ftp. The behavior of the firewall changes based on the information contained in the packet.

If the packet contains information in the header that indicates it is part of an existing connection, and it matches a rule that states it's a permissable service, then it is permitted to pass through the firewall.

Previous implementations had no way of knowing if a particular connection to one of those ports were associated with a legitimate connection or was an arbitrary connection, as would be the case with a port scan or malicious hack attempt. Many protocols attempt to allocate arbitrary ports for their data to be passed through. Previously there was no alternative but to poke holes in the firewall to allow these arbitrary ports access should there be a connection that requires it at some point during a connection.

The new firewalling code allows the firewall to open ports only long enough for that particular packet on an arbitrary port to pass through it.

This greatly increases the overall security of the hosts behind it and is a component of nearly every major commercial firewall implementation. At the same time, it also greatly reduces the window of opportunity for blackhats to attempt to pass malicious packets through the firewall, despite the source and destination ports and addresses being known. This allows only packets that are recognised as being part of an established connection to pass, instead of previously only depending on destination address and port.

This also helps to thwart an attacker's attempt at using packets with modified headers that would have previously subverted a stateless packet filtering firewall.

It also may potentially require more memory to store the state information than a standard packet filter. Also, unlike application gateways such as squid, a direct connection is still made with the internal hosts which are being protected, exposing them to the exploitable weaknesses present on that host.

In generale, l'accesso DGA al framebuffer dovrebbe essere almeno veloce quanto utilizzare il driver X11, con il beneficio aggiunto di ottenere un'immagine a schermo intero. I valori di velocità percentuale emessi da MPlayer devono essere interpretati con un po' di attenzione, dato che per esempio con il driver X11 non includono il tempo usato dal server X per il disegno effettivo.

Attacca un terminale sulla seriale della tua macchina e lancia top per vedere cosa stia davvero succedendo. In linea di massima, l'aumento di velocità usando DGA rispetto all'utilizzo 'normale' di X11 dipende fortemente dalla tua scheda video e da quanto bene il relativo modulo del server X sia ottimizzato. Se hai un sistema lento, è meglio usare una profondità di 15 o 16 bit, visto che richiedono solo la metà della banda di memoria di una visualizzazion a 32 bit. Ti dicono che è meglio non usarla.

La sua implementazione non è sempre perfetta con tutti i driver dei chip per XFree che ci sono là fuori. Con XFree 4. Alcuni driver sembra che falliscano nel fornire almeno una modalità valida. In questo caso il driver DGA andrà in crash raccontandoti di una modalità senza senso tipo x o qualcosa di simile. I programmi che la usano non sanno che driver video o audio SDL usi davvero, ma conoscono solo l'interfaccia.

In teoria, perlomeno. Con MPlayer , usiamo la sua potenzialità di ridimensionamento via software del driver di X11 per le schede che non gestiscono XVideo, fino a quando non faremo il nostro più veloce, più bello ridimensionatore software.

Abbiamo anche usato la sua uscita per aalib, ma ora abbiamo la nostra che è più comoda. La sua modalità per DGA era migliore della nostra fino a poco tempo fa.

Hai capito, no? L'uscita video SDL supporta la visualizzazione dei sottotitoli sotto al filmato ovvero sulla striscia nera se presente. Assicurati di non usare l'opzione -fs , dato che attiva l'utilizzo del ridimensionatore software, ed è lento. Se davvero ti serve, usa l'opzione -sws 4 , che porterà una bassa qualità, ma è in qualche modo più veloce. Il valore dei bpp bit per pixel deve essere impostato a 4 manualmente: -bpp 4. Sul mio sistema ho anche bisogno di abbassare la frequenza audio, dato che era rovinata a 44kHz: -srate Puoi abilitare l'OSD e i sottotitoli solo con il filtro expand , vedi la pagina man per i parametri precisi.

Se compilare l'uscita FBdev o no viene rilevato automaticamente da. Se la tua scheda non supporta lo standard VBE 2. Usa un disco di avvio DOS o qualcosa del genere. E non dimenticare di registrare il tuo UniVBE ;. L'opzione -flip è supportata solo se il formato pixel del film corrisponde al formato pixel della modalità video.

Stai attento al valore di bpp, il driver fbdev cerca di usare prima quello corrente, poi quello che indichi tramite l'opzione -bpp option. Non puoi usare modalità a 8bbp o meno. Funziona sia in una console su framebuffer che dentro X, ma solo con Linux 2. Per una versione del driver per Linux 2. Carica il driver con. Dovresti verificare il rilevamento della dimensione della memoria usando il comando dmesg. Ora devi ri compilare MPlayer ,. Si potrà usare da MPlayer con -vo mga se sei su una console matroxfb, oppure -vo xmga se sei sotto XFree86 3.

Se tutto funziona bene, dovrebbe disegnare immagini di x sullo schermo. Questo driver usa il driver tdfx del kernel per il framebuffer per riprodurre filmati con accelerazione YUV. Ti serve un kernel con supporto per tdfxfb e ricompilare con. Ti serve un kernel 2. Passa --enable-tdfxfb a configure per compilare il driver di uscita video e compila il module del kernel con le istruzioni seguenti.

Se tutto funziona bene, dovrebbe fornire alcune informazioni utili. Se hai un'implementazione di X11 senza xv, OpenGL è una valida alternativa. Sfortunatamente non tutti i driver supportano questa caratteristica.

XFree86 DRI 4. Devi impostare una variabile d'ambiente perlomeno con nVidia :. Ci sono valanghe di programmi che la utilizzano, come Doom, Quake, etc. MPlayer ne include un driver facilmente utilizzabile. La renderizzazione è molto pesante per la CPU, specialmente usando AA-on-X usando aalib su X , ed è più leggera su una console standard, senza framebuffer.

Usa l'opzione -framedrop se il tuo computer non è abbastanza veloce da renderizzare tutti i fotogrammi! Riproducendo su un terminale, avrai migliore velocità e qualità usando il driver Linux, non ncurses -aadriver linux. Non è dissimile dalla famosa libreria AAlib. Le differenze rispetto ad AAlib sono le seguenti:. Ma libcaca ha anche le seguenti limitazioni:. Usa l'opzione -framedrop se il tuo computer non è abbastanza veloce per renderizzare tutti i fotogrammi.

Un altro vantaggio di questo driver è che cerca di attivare l'uscita TV. Dual-Controller Designs. VBE 3.

Architettura dei calcolatori - Andrew S. Tanenbaum.pdf

This has the limitation of preventing simultaneous use of the independent controllers, but allows applications released before VBE 3.

The VBE Function 00h Return Controller Information returns the combined information of both controllers, including the combined list of available modes.

When the application selects a mode, the appropriate controller is activated. Each of the remaining VBE functions then operates on the active controller.

Puoi riuscire a guardare film anche se Linux non riconosce il tuo hardware grafico. Questo driver chiama la funzione int 10h percui non è un emulatore - fa riferimento a cose reali del BIOS reale in modalità reale attualmente in modalità vm Per abilitare questa funzionalità devi specificare tutte le opzioni per il tuo monitor.

Non usare questo driver con GCC 2. Non funzionerà! In modalità dga puoi abilitare il doppio buffering con l'opzione -double. Nota: puoi omettere questi parametri per abilitare l' auto-rilevazione della modalità dga.

Per cui se hai questo problema - usa sempre il driver VESA dalla modalità testo. Altrimenti verrà comunque attivata la modalità testo 03 e dovrai riavviare il tuo computer. Spesso dopo aver dismesso il driver VESA ottieni uno schermo nero. Da evitare se possibile. Uscita su X11 utilizza l'estensione della memoria condivisa , senza alcuna accelerazione hardware.

La maggior parte delle schede gestisce un ridimensionamento hardware, usa per queste l'uscita -vo xv , oppure -vo xmga per le schede Matrox.

Il problema è che i driver di molte schede non supportano l'accelerazione hardware sulla seconda uscita o TV. In questi casi torna utile questo driver, ma ti serve una CPU potente per effettuare il ridimensionamento software.

Il ridimensionamento software è molto lento, ti conviene piuttosto cambiare la modalità video. E' molto facile. Se hai XFree86 4. Passerà alla risoluzione che meglio si adatta al tuo film. Se non lo fa:. With XFree86 3. Se non trovi le modalità che hai aggiunto, controlla l'emissione di XFree Alcuni driver non possono usare dei pixelclock che servono per modalità a bassa risoluzione. E' anche molto portabile.

Non fornisce un'interfaccia a basso livello a cose conosciute come server grafici non voglio entrare in competizione con il gruppo di X11 per le modifiche alla modalità grafica. Per es. Puoi usare un driver di uscita video a sé stante: -vo xvidix. Nota che, visto che accede direttamente all'hardware e oltrepassa il driver X, le immagini memorizzate nella memoria della scheda video possono venir corrotte.

Puoi evitarlo limitando la dimensione della memoria video usata da X con l'opzine "VideoRam" nella sezione device di XF86Config. Dovresti impostare tale opzione alla quantità di memoria della tua scheda meno 4MB. Questo richiede per la maggior parte delle schede un framebuffer inizializzato e funzionante altrimenti incasinerai solamente lo schermo , e otterrai un effetto simile a -vo mga o -vo fbdev. Le schede nVidia tuttavia sono in grado di emettere video completamente grafico su vere console di testo.

Per evitare il testo sui bordi e il cursore lampeggiante, prova qualcosa tipo. D'altro canto, -colorkey 0 dovrebbe mostrarti il video sullo "sfondo", anche se questo dipende dal fatto che colorkey funzioni bene o no. La scheda video dovrebbe essere in modalità grafica tranne le schede nVidia con il driver di uscita -vo cvidix. Il driver di uscita video di MPlayer dovrebbe conoscere la modalità video attiva ed essere in grado di fornire al sotto-dispositivo VIDIX alcune caratteristiche video del server.

Come -vo xvidix , attualmente riconosce le seguenti opzioni: -fs -zoom -x -y -double. In questo caso il driver indicato verrà forzato e i risultati sono imprevedibili potrebbe mandarti il computer in freeze. Per favore dillo agli sviluppatori. Il modo corretto è utilizzare VIDIX senza argomenti per abilitare la rilevazione automatica del driver.

Attenzione: questo è un rischio di sicurezza! Alternativamente puoi usare uno modulo del kernel speciale, come questo:. Scarica la versione di sviluppo di svgalib 1. Attualmente la maggior parte delle schede ATI è supportata nativamente, dalle Mach64 alle più recenti Radeon.

Puoi forzare l'utilizzo di uno dei due, oppure lasciare che il sistema VIDIX provi tutti i driver disponibili. Il driver supporta gli equalizzatori video e dovrebbe essere veloce quasi quanto il framebuffer Matrox. Il driver è scritto e mantenuto da Alastair M. Per questo fine, dovremo usare il driver di uscita video cvidix , come mostrato nell'esempio che segue:.

It offers maximum hardware accelerated performance at a minimum of resource usage and overhead. Anche se MPlayer non è supportato come un "provider video" in DirectFB, questo driver di uscita video abiliterà la riproduzione video tramite DirectFB.

Cerca sempre di utilizzare la versione più recente di DirectFB. Sulla riga comando puoi usare le opzioni di DirectFB, usando -dfbopts. Leggi per favore la sezione principale di DirectFB per le informazioni generali. La prima versione di DirectFB con cui siamo riusciti a farlo funzionare è la 0. La decodfica di qualsiasi altro tipo di flusso video richiede la transcodifica in MPEG-1, indi è lenta a potrebbe non valerne la pena, specialmente se il tuo computer è lento.

Si puà ottenere usando un comando come questo:. Le schede DVB accettano diverse larghezze, come , , , , , etc. Potresti voler spostare leggermente verso l'alto l'immagine per ottenere una banda nera più ampia per i sottotitoli. Per mantenere il rapporto di aspetto dei file MPEG-4 DivX e ottenere i parametri ottimali per il ridimensionamento ridimensionamento orizzontale hardware e verticale software mantenendo il giusto rapporto di aspetto , usa il nuovo filtro dvbscale:.

Verifica che i tuoi driver funzionino correttamente attraverso un programma tipo dvbstream che è la base del modulo d'ingresso DVB. Se hai più di un tipo di scheda per es.

Assicurati di avere solo canali in chiaro nel tuo file channels. Nei tuoi campi audio e video puoi usare una sintassi espansa Puoi anche specificare , che seleziona tutti i pid su quella frequenza e puoi anche passare con TAB attraverso i programmi. Potrebbe aver bisogno di più banda, anche se le schede economiche passano sempre tutti canali al kernel, per cui non fa molta differenza per queste. Altri utilizzi possibili sono: pid televideo, seconda traccia audio, etc Se hai più di una scheda puoi anche dover specificare il numero della scheda dove il canale si vede per es.

Per cambiare canale premi i tasti h successivo e k precedente , oppure usa il menu OSD. Reimpostando i comandi da tastiera come si preferisce. Nota che quando ci sono più flussi audio e video nel multiplex questo meccanismo non funzionerà nel modo che ci si aspetta. Durante la riproduzione non durante la registrazione , per evitare saltellamenti e messaggi di errore tipo 'Il tuo sistema è troppo LENTO', si consiglia di aggiungere.

Se vuoi registrarlo in un formato diverso ri-codificandolo puoi invece lanciare un comando come. Se hai domande o vuoi ricevere gli annunci di nuove caratteristiche e vuoi partecipare a discussioni su questo argomento, iscriviti alla nostra mailing list MPlayer-DVB. Per favore tieni presente che la lingua della lista è l'inglese. Prima di tutto ti serviranno dei driver DXR2 correttamente installati. Il chipset di overlay usato sulla DXR2 ha una qualità piuttosto bassa, ma le impostazioni di default dovrebbero funzionare per chiunque.

03_marzo2014

Con le impostazioni di default della chiave colore puoi ottenere risultati variabili, spesso vedrai la chiave colore attorno ai caratteri o qualche altro effetto strambo. Ma se imposti correttamente le opzioni della chiave colore dovresti ricavare dei risultati accettabili. Per funzionare richiede un'impostazione dell'overlay adeguatamente configurata.

Il modo più semplice di configurare l'overlay è eseguire prima autocal. Poi lanciare mplayer con l'uscita dxr3 e, senza l'overlay abilitato, eseguire dxr3view.

In dxr3view puoi giocherellare con le impostazioni dell'overlay e vederne il risultato in tempo reale, forse questa funzionalità sarà utilizzabile in futueo dalla GUI di MPlayer. Una volta che l'overlay sarà correttamente configurato, non ti servirà più dxr3view. Il pre-buffering è una funzionalità del chip em che gli permette di contenere più di un fotogramma video per volta.

Questo significa che quando stai usando il pre-buffering, MPlayer cercherà di mantenere il buffer video constantemente pieno di dati. Con il pre-buffering la riproduzione video è molto meno sensibile all'utilizzo della CPU da parte di altri programmi, non scarterà fotogrammi a meno che tale applicazione prenda possesso della CPU per un tempo lungo.

Quando viene usato senza pre-buffering, l'em è molto più sensibile al carico della CPU, per cui si consiglia caldamente di abilitare l'opzione -framedrop di MPlayer per evitare un'ulteriore perdita di sincronia. Questa attualmente è una caratteristica sperimentale. Con il motore di sincronizzazione abilitato, l'orologio interno dell'em verrà tenuto constantemente sotto controllo, se inizia a spostarsi dall'orologio di MPlayer verrà resettato causando lo scarto da parte dell'em di tutti i fotogrammi rimasti indietro.

Potresti voler provare dapprima l'esecuzione senza alcuna opzione, se hai problemi di sincronizzazione, o problemi coi sottotitoli DVD, fai un tentativo con :sync. Per l'uscita audio, dove X è il numero del dispositivo 0 per una scheda sola. This does not work with digital audio output -ac hwac3.

Se la frequenza è minore di Hz imposta Hz oppure Hz a seconda di quale sia la più prossima. Per visualizzare contenuti non MPEG sull'em per es. Vedi la pagina man per ulteriori informazioni circa -vf lavc.

Se li imposti a qualcosa tra 25 e 27 l'immagine diventa stabile. Per adesso tutto quello che possiamo fare è accettarlo empiricamente. L'em supporta la riproduzione audio AC-3 in surround attraverso l'uscita digitale della scheda. Vedi l'opzione -ao oss più sopra, deve essere usata per specificare l'uscita DXR3 al posto di una scheda audio. Il driver lavora codificando il fotogramma in JPEG e poi inviandolo alla scheda. Per la codifica JPEG viene usata, e richiesta, libavcodec.

Con la modalità speciale cinerama , puoi guardare filmati in verà modalità widescreen a patto che tu abbia due proiettori e due schede MJPEG. La presenza di una scheda MJPEG è autorilevata dallo script configure , se la rilevazione fallisce, forzala con.

Cose come il ridimensionamento e l'OSD on screen display non sono gestite da questo driver ma possono essere ottenute usado dei filtri video. Per esempio, supponi di avere un film a una risoluzione di x e vuoi vederlo a schermo intero con un'ampiezza di , o Per ragioni di prestazioni e di qualità, io sceglierei di ridimensionare il film a x usando il ridimensionatore software bilineae veloce.

La riga comando diventa. Supponi che un film sia troppo ampio per vedersi dal tuo Buz e che tu voglia usare -zrcrop per ridurre l'ampiezza del film, allora dovrai lanciare il comando seguente. Ulteriori presenze di -zrcrop evocano la modalità cinerama , per es. Supponi di avere due proiettori. Il film ha una risoluzione di x Supponi inoltre di volere il proiettore di destra in bianco e nero e che quello di sinistra debba avere fotogrammi JPEG con una qualità 10, allora dovrai eseguire il comando seguente.

Il massino numero di schede MJPEG contemporanee in cinerama è quattro, per cui puoi costruire un muro video di 2x2. Infine una nota importante: non avviare o fermare XawTV sul dispoitivo di riproduzione durante la riproduzione stessa, o ti manderà in crash il computer. Il driver è in grado di riprodurre usando il protocollo UDP Blinkenlights.

Se non sai cosa siano Blinkenlights o il suo successore Arcade , scoprilo. Anche se probabilmente questo è uno degli ultimi driver video usati, senza dubbio è il più figo che MPlayer abbia da offrire. Guarda solo alcuni dei video documentali di Blinkenlights. Sul video Arcade puoi vedere il driver di uscita video Blinkenlights in azione alla posizione Usando il driver e il modulo HAL, disponibile dal sito Matrox.

Questo metodo non ti fornirà una riproduzione accelerate come sotto Windows! Il driver per Windows in qualche modo aggira il problema, probabilmente usando il motore 3D per ridimensionare, e il framebuffer YUV per mostrare l'immagine ridimensionata. Se vuoi davvero usare X, uitlizza le opzioni -vo x11 -fs -zoom , ma sarà LENTO , e avrà la protezione di copia Macrovision abilitata puoi "correggere" Macrovision usando questo script perl.

Usando i moduli matroxfb nei kernel 2. I kernel 2. Devi abilitare TUTTE le caratteristiche specifiche per matroxfb durante la compilazione tranne MultiHead , e compilarle dentro ai moduli!

Devi anche abilitare I2C e mettere gli strumenti matroxset , fbset e con2fb in un percorso eseguibile path. La tua console in modalità testo entrerà in modalità framebuffer senza via di ritorno! Dopodiché imposta il monitor e la TV come ti garba usando gli strumenti citati sopra. L'operazione successiva è far sparire il cursore a blocco di tty1 o quello che è e disabilitare lo spegnimento dello schermo.

Esegui i comandi seguenti:. Probabilmente vuoi mettere i suddetti in uno script e anche vuotare lo schermo. Per ripristinare il cursore:. Sostituisci e se imposti la risoluzione ad un'altra Goditi la ultra-veloce ultra-accessoriata uscita TV Matrox megli di Xv! Costruire un cavo per uscita TV-out Matrox. Nessuno si assume alcuna responsabilità, né risponde di alcuna danno causato da questa documentazione. Cavo per G Il quarto pin del connettore CRTC2 è il segnale video composito.

Il primo pin del connettore CRTC2 è il segnale video composito. La gestione dell'uscita TV per queste schede è stata aggiunta solo recentemente e non è ancora nel kernel ufficiale. The first CRTC can't be routed to the second head currently.

The author of the kernel matroxfb driver - Petr Vandrovec - will maybe make support for this, by displaying the first CRTC's output onto both of the heads at once, as currently recommended for G, see the section above.

Nessuno si prende alcuna responsabilità, né garantisce per qualsiasi danno causato da questa documentazione. La terra sono il sesto, settimo e ottavo pin. La terra sono il quinto, sesto, settimo e quindicesimo pin 5, 6, 7, Radeon e Rage : supportate da MPlayer! Tuttavia ti serve una CPU potente.

Non sarà spiegato il processo di installazione e configurazione visto che non esula lo scopo di questa documentazione. Dovresti far partire X , poi passare alla modalità in console con per es. Se non avvii X prima di lanciare MPlayer dalla console, il video diventa lento e frammentato chiarimenti sono benvenuti. Collegati in console, poi lancia il comando seguente:.

Ora dovresti vedere il filmato in console, che riempie circa la metà dello schermo LCD del tuo portatile. Provato su un Tecra , kernel 2. Fornirà la funzione di uscita TV nelle modalità a 16 e 8 bpp seguenti:.

La modalità x non è supportata dal BIOS. Per attivare l'uscita TV devi ridimensionare l'immagine a una risoluzione diversa. Se riesci a vedere un immagine sullo schermo a x o a x ma non a x o ad altre risoluzioni inferiori devi sostituire due tabelle in vbelib. Vedi la funzione vbeSetTV per i dettagli. In questo caso per favore contatta l'autore. Problemi conosciuti: solo VESA, non è implementato alcun controllo come luminosità, contrasto, livello del nero, filtro per lo sfarfallio.

Binary packages of MPlayer are available from several sources. We have a list of places to get unofficial packages for various systems on our homepage. However, none of these packages are supported. Report problems to the authors, not to us. To build a Debian package, run the following command in the MPlayer source directory:.

You can also pass some variables to the Makefile. For example, if you want to compile with gcc 3. Sharp Zaurus, Compaq Ipaq. The easiest way to obtain MPlayer is to get it from one of the OpenZaurus package feeds. If you want to compile it yourself, you should look at the mplayer and the libavcodec directory in the OpenZaurus distribution buildroot. If you need a GUI frontend, you can use xmms-embedded.

MPlayer runs on all known BSD flavors. MPlayer has been ported to a number of commercial Unix variants. Since the development environments on these systems tend to be different from those found on free Unixes, you may have to make some manual adjustments to make the build work. MPlayer should work on Solaris 2. Use the SUN audio driver with the -ao sun option for sound.

You'll need mLib installed. You may enable it if you wish with:. You do this at your own risk. MPlayer may segfault when decoding and encoding video that uses the win32codecs:. This is because of a change to sysi86 in Solaris 10 and pre-Solaris Nevada b31 releases. This has been fixed in Solaris Nevada b32; however, Sun has yet to backport the fix to Solaris The MPlayer Project has made Sun aware of the problem and a patch is currently in progress for Solaris With these instructions the build should work out of the box.

You need GCC 3. HP cc will not produce a working program, prior GCC versions are buggy. For OpenGL functionality you need to install Mesa and the gl and gl2 video output drivers should work, speed may be very bad, depending on the CPU speed, though. This means that the function. Heuslers Altislndisches Elementarbuch; fylgt er henni seinnorrna prsastafsetningarkerfinu t. Svona hafa nstum bara ml- og textrafrimenn germnskum og norurlandamlum veri uppteknir vi forn slensku talu.

Sannarlega eru fornslenskar bkmenntir strkostlegar, og ar a auki beina textafrimenn aalega og auljst a forngermnskum mlum og bkmenntum. En forn- og nslenskan eru ekki alls sami hluturinn og t. Milli seinmialdanna og siaskiptatarinnar komu eftirtektarverar umbreytingar vi slenska hljkerfi n ess a stafsetningarkerfi fylgi eim, en formfrikerfi ntma slensku hefur haldist me venjulegri nkvmni a setningar su n bygg evrpskan htt.

Segja m, a ntma slendingar lesi fornslenskum textum eins og ntma talir tlskum textum fr XV. Me a fra stafsetningarkerfi ntmahorf og me einu pari neanmlsgreinir til tskringar gamaldagsora er ingin ger t. Enn hefur hn gamaldagshorf bi mlfrikerfinu og oraforanum, a allmrg tkuor og framandi nyri hafi gengi inn hana sustu ratugunum; en hn er ekki mlsteingervingur, heldur ntma, fjlhft jml sem notu er llum svium og gefur vermt bkmennta og vsindaverk.

Vlusp La Predizione dellIndovina Silenzio chiedo a tutte Piccole e grandi, Tu vuoi che io, o Valfr Le antiche storie delle creature, Ricordo i giganti, Quando, un tempo Nove mondi ricordo, E il grande frssino Era al principio dei tempi, Non cera mare n spiaggia Terra non si distingueva Un baratro informe cera le divine genti, progenie di Heimdallr. Ymir vi dimorava, n onde gelide; n cielo, in alto; ed erba in nessun luogo. O Dio della nostra terra, o Dio della nostra terra, Lodiamo il tuo sacro, il tuo santo Nome!

Dal firmamento tintrecciano una ghirlanda Le tue schiere, lo scorrer dei tempi. Per te un giorno come mille anni E mille anni un giorno, e nulla pi: Un piccolo fiore eterno che piange tremando, Che onora il suo Dio e poi muore. Islanda millenaria, Islanda millenaria, Sei come un piccolo fiore eterno che piange tremando, Che onora il suo Dio e poi muore. Matthas Jchumsson Inno nazionale Islandese. Pi a nord di tale punto si trova l'isola di Grmsey, attraversata dal Circolo; ancora pi a nord '05" N si trova l'isola disabitata di Kolbeinsey 'Isola dell'Osso Scarnificato' , ridotta adesso ad uno scoglio brullo.

Fino a poco tempo fa, ancora in questo secolo, Kolbeinsey era per pi estesa e vi nidificavano degli uccelli marini. Il punto pi a sud dell'isola, Ktlutangi, si trova ad una latitudine di '25" N; quello pi ad ovest Gerpir '12" W , mentre quello pi ad est Bjargtangar '06" E.

Con le isole adiacenti, l'Islanda occupa una superficie totale di Attorno all'isola maggiore, detta dagli islandesi meginland termine corrispondente anche etimologicamente all'inglese mainland 'terraferma' o, come dicono i nostri isolani, continente , si trovano delle isole molto pi piccole, alcune delle quali abitate.

Le pi importanti sono, davanti alla costa occidentale, Viey, Flatey Breiarfiri, Vigur e ey le ultime due si trovano nella profonda insenatura detta safjarardjp ; davanti alla costa settentrionale Mlmey, Drangey, Grmsey 5,25 km2 , Hrisey 8 km2 e Flatey Skjlfanda; davanti alla costa orientale Skruur e Papey; infine, davanti alla costa meridionale si trova l'arcipelago delle Vestmannaeyjar isole Westman , la cui isola pi estesa, Heimaey 14,2 km2 abitata.

Fa parte delle Vestmannaeyjar anche Surtsey 2,4 km2 , sorta nel in seguito ad un'eruzione vulcanica sottomarina. Pi ad ovest si trova l'isola di Eldey. La costa meridionale dell'Islanda piatta e sabbiosa; ci rende molto difficile la costruzione di porti. Le altre porzioni della costa islandese sono molto frastagliate e costellate di fiordi e profonde insenature, di conseguenza, sono ricche di buoni porti naturali. La linea costiera straordinariamente lunga ca. La distanza minima dell'Islanda dalla Groenlandia di km, quella dalle coste scozzesi di km e quella dalla Norvegia di km.

I ghiacciai morenici di tipo alpino sono molto meno numerosi. La vegetazione ricopre circa Il resto della superficie consiste in deserti lavici e distese di pietra. Circa Pertanto, l'Islanda , coi suoi estesi altipiani, un'isola prevalentemente montuosa. I ghiacciai pi estesi sono il Vatnajkull 'Ghiacciaio delle Acque' che, con i suoi km2 di superficie di gran lunga il pi grande ghiacciaio europeo ed superato a livello mondiale solo da quelli della Groenlandia e dell'Antartide, il Langjkull km2 , lo Hofsjkull km2 , il Mrdalsjkull km2 ed il Drangajkull km2.

La vetta pi alta d'Islanda, l'rfajkull, raggiunge i 2. Altre cime importanti sono il Kverkfjll 1. Il pi grande lago islandese il ingvallavatn 'Lago di ingvellir' con i suoi 83,7 km2. Altri laghi sono il risvatn 70 km2 , il Mvatn 'Lago delle Mosche', 36,5 km2 , il Lgurinn 53 km2 , lo Hp 29 km2 , lo Skorradalsvatn 14,8 km2 , il Langisjr 'Lago Lungo', 27 km2 e l' skjuvatn 10,7 km2. I corsi d'acqua pi importanti sono il jors km , lo Jkuls Fjllum qualcosa come 'Fiume del ghiacciaio montano', km , lo Hvta-Olfus km , lo Skjlfandarfljt km , lo Jkuls Br km , il Lagarfljt km , lo Hrasvtn km , il Blanda km ed il Markarfljt km.

L'interno dell'isola, a parte alcune piccole aree, costituito interamente da un esteso altopiano lavico e pietroso. Tale paesaggio veramente unico al mondo, ed stato paragonato spesso alla superficie lunare. Dall'altopiano si stagliano spesso le vette ghiacciate dei monti. Uno spettacolo veramente caratteristico ed impressionante offerto dai crepacci lavici, che nel nord dell'isola corrono in direzione NS, mentre nel sud corrono in direzione NO-SW.

Si conoscono circa duecento vulcani attivi, trentadue dei quali gi noti all'epoca della Landnm, il primo insediamento storico dei coloni norvegesi a. Si hanno notizie storiche di oltre eruzioni, alcune delle quali hanno avuto effetti devastanti. In generale, i vulcani islandesi eruttano lava piuttosto che cenere ardente, e la vita pesantemente condizionata dalle forze naturali.

Le eruzioni vulcaniche hanno ripetutamente spopolato l'isola e mietuto altissime quantit di vittime umane ed animali, danneggiando spesso irreparabilmente il poco terreno coltivabile.

Il maggior vulcano islandese, lo Hekla, seppell nel sotto una coltre di cenere ardente la fertile valle del jors ed i villaggi che in essa sorgevano. Nel fu costruita presso Burfell una grande centrale idroelettrica, cosicch, dopo anni dalla disastrosa eruzione, degli esseri umani tornarono a vivere nella desolata valle. Nel un'eruzione avvenuta nei pressi del Vatnajkull distrusse tutte le fattorie del distretto poi chiamato rfi 'terra disabitata'.

Estese zone vennero ridotte ad un ammasso di lava; ci fu una terribile moria di bestiame che port alla carestia e quasi al completo sfacelo della gi precaria economia isolana qualcuno propose addirittura di trasferire in Danimarca i superstiti e lasciare l'isola al proprio destino. Il 23 gennaio il vulcano dell'isola di Heimaey, la maggiore dell'arcipelago delle Vestmannaeyjar Isole Westman , eruppe alle tre del mattino durante una fittissima nevicata, senza dare alcuna avvisaglia.

Nonostante tutto, gli abitanti dell'isola riuscirono fortunatamente a mettersi in salvo le vittime furono solo L'eruzione dur giorni, seppellendo sotto metri di cenere un terzo della cittadina di Vestmannaeyjar; con potentissime idrovore si riusc per a deviare la colata lavica in mare, evitando ulteriori distruzioni.

Gli islandesi vivono costantemente nel timore delle forze della Natura. Quasi a controbilanciare tutti i guai che ha provocato, il vulcanismo ha anche, per, dei notevoli effetti benefici.

L'Islanda possiede un quantitativo enorme di energia geotermica che si manifesta esternamente in forma di sorgenti calde o bollenti, oppure di fumarole. La temperatura delle sorgenti laugar e hverir varia moltissimo, e spesso talmente elevata che fuoriesce vapore surriscaldato. Si tratta dei famosi 'geyser' da Geysir gigante, il nome del pi grande geyser conosciuto, presso Reykjavk. L'uso dell'acqua calda per il fabbisogno domestico e per il riscaldamento risale ai tempi antichi, ma lo sfruttamento intensivo cominciato solo in questo secolo.

L'energia geotermica riesce a coprire adesso non solo il fabbisogno domestico, ma anche quello industriale serre, lavorazione e conservazione del pesce. In quasi tutta l'isola l'energia geotermica usata per tutte le necessit della vita civile tranne che per la locomozione: le auto vanno ancora a benzina o a gasolio! L'Islanda dunque il paese pi all'avanguardia nel mondo per quanto riguarda la produzione e l'uso di tale energia alternativa e pulita, che ha valso a Reykjavk, il cui nome significa baia dei fumi, lappellativo di reyklaus br citt senza fumo come si legge in un celebre manifesto ed in molte cartoline: Reykjavk, the Smokeless City.

La superficie abitata si limita alle zone prospicienti la linea costiera, e non a tutte; solo in poche valli dell'interno esistono insediamenti umani, spesso totalmente isolati l'uno dall'altro. Nella parte meridionale predominano, come detto, terre basse e sabbiose, ma in alcuni casi le colate laviche e le lingue dei ghiacciai si sono spinte anche fin l; tale zona In rapporto alla situazione dei paesi europei continentali, gli inverni sono abbastanza miti e le estati non troppo calde.

SAM Broadcaster Lite

L'Islanda si trova sulla corsia preferenziale delle basse pressioni, che proprio da questo punto si indirizzano in direzione sud-est la ben nota 'depressione d'Islanda'.

Di conseguenza, l'Islanda dominata specialmente nelle regioni sud-occidentali da un'estrema variabilit delle condizioni atmosferiche, certamente superiore alla media esiste uno spiritoso detto locale che dice: "Non ti piace il tempo che fa?

Aspetta un minuto. In seguito ai forti venti che cambiano spesso direzione, si ha una grande abbondanza di precipitazioni in tutte le stagioni dell'anno. Nel nord dell'isola il tempo notevolmente pi stabile e di tipo meno marcatamente oceanico che nelle altre zone. Ne consegue che le temperature invernali pi basse e quelle estive pi alte si registrano proprio in questa zona. Se in inverno soffiano in modo continuato venti da nord-ovest, essi possono portare fino alla costa nord gli iceberg groenlandesi; anzi, in condizioni di temperatura particolarmente rigida, il ghiaccio galleggiante pu addirittura raggiungere le altre coste e divenire a volte inlandsis ghiaccio continentale.

Oltre alla direzione dei venti, il fenomeno influenzato anche dalla temperatura delle acque del Mare del Nord.

Il ghiaccio che si spinge fino alle coste ha una pesante influenza sul clima islandese, ed in primavera od all'inizio dell'estate pu ritardare talmente la crescita delle piante o addirittura impedirla , che si possono avere vere e proprie emergenze per gli uomini e per gli animali; un'altra sgradita conseguenza del ghiaccio galleggiante che esso blocca quasi del tutto l'attivit dei pescherecci. La tundra si pu trovare solamente in alcune zone al Nelle pianure meridionali, a seconda del tipo di terreno, predominano vari tipi di erbe, mentre sulle distese laviche hraunir , per quanto la vegetazione non vi cresca in abbondanza, sono notevoli dei veri e propri tappeti di muschio e licheni ed alcune felci.

All'inizio dell'estate i fiori sbocciano dando al paesaggio un aspetto sfavillante e multicolore; in autunno c' invece grande abbondanza di bacche commestibili specialmente miritilli e uva ursina , che nel passato rappresentavano una voce importante nell'alimentazione degli islandesi ed hanno dato origine alle gustose vaxtaspur tipiche della cucina islandese.

All'epoca del primo insediamento l'Islanda era in massima parte ricoperta da foreste. Le eruzioni vulcaniche, il peggioramento del clima, l'insediamento umano con tutte le sue conseguenze , la messa a pascolo di terreni sempre pi estesi e l'esigenza, specialmente nei primi tempi, di costruire abitazioni per i coloni che via via arrivavano sull'isola ed imbarcazioni, hanno causato la distruzione quasi completa delle foreste islandesi.

Ai nostri giorni, solo un fazzoletto di terra ,5 km2 sugli oltre La foresta pi importante si trova nell'Islanda orientale ed detta Hallormsstaarskgur. Nella maggior parte dell'isola non c' letteralmente neanche l'ombra di un albero.

Nonostante alcuni sforzi per il rimboschimento di certe zone, i risultati non sono stati incoraggianti. Le foreste primigenie erano costituite quasi interamente da betulle nane. Le conifere, un tempo quasi sconosciute, sono state introdotte con discreto successo da alcuni decenni, tanto che da qualche parte hanno dato luogo ad autentici boschetti artificiali.

Nonostante le sia stata data una caccia spietata, essa ancora comunissima. I colonizzatori portarono con s i pi comuni animali domestici: cani, gatti, capre, cavalli, maiali e, soprattutto, pecore da lana.

Al loro seguito arrivarono naturalmente anche i topi. Le renne, comuni nell'Islanda orientale, sono state introdotte molto pi tardi. Nel fu introdotto in Islanda un tipo di martora proveniente dall'America del Nord; lo scopo era di farme un animale da allevamento per la sua pregiata pelliccia. Ma il mink cos detto il tipo di martora attecchito cos bene, che molti esemplari si sono prima inselvatichiti e poi moltiplicati a dismisura, tanto che adesso fanno senz'altro parte della fauna stanziale.

I roditori sono per una costante minaccia per gli uccelli e per i pesci delle acque interne. Mentre gli anfibi ed i rettili sono del tutto assenti dall'Islanda, gli uccelli sono enormemente diffusi. Sono state contate ben differenti specie di volatili stanziali. Sia nell'interno, sia sulle coste, svernano regolarmente altre 72 specie, mentre una trentina lo fanno saltuariamente. Particolarmente diffusi sono gli uccelli acquatici. Nel Mvatn e nei torrenti circostanti nidificano solitamente molte specie di anatre.

Il mare che circonda l'Islanda da secoli noto per la sua enorme pescosit, una circostanza causata dall'incontro della Corrente del Golfo calda con le acque fredde provenienti dal nord, ricche di nutrimento. La ricchezza del mare ha attirato da molte generazioni i pescatori inglesi e delle coste continentali. Per gli islandesi i banchi di pesce sullo zoccolo oceanico della loro terra rappresentano la principale risorsa economica, dato che lagricoltura, a causa delle condizioni del suolo e del clima, pu dare solo un contributo veramente modesto.

A differenza delle acque marine, le acque interne islandesi ospitano solo cinque specie di pesci d'acqua dolce, d'altronde presenti in grande quantit: il salmone, due specie di trote, l'anguilla ed il pesce spinello. I fiumi, le cui acque sono totalmente libere da ogni forma dinquinamento, sono apprezzatissimi dai pescatori sportivi di tutto il mondo, mentre la natura grandiosa ed estrema del Paese attira un numero sempre crescente di turisti ed appassionati di trekking.

Cos, la sua storia , in confronto a quella di altri paesi europei, abitati fin da epoche preistoriche, relativamente breve. Al contrario di altri paesi europei, le circostanze che hanno portato al popolamento dell'Islanda e l'andamento dell'insediamento sono conosciuti molto meglio che altrove.

Anche ove sussistano delle incertezze, comunque facile seguire le linee principali della storia della colonizzazione a partire dall' dopo Cristo. Circa nell'anno , l'Islanda fu raggiunta per la prima volta da alcuni eremiti irlandesi, che vi si stabilirono. Probabilmente l'isola era stata raggiunta e visitata anche dai Romani, bench, a tale riguardo, non vi sia alcuna notizia certa.

Una testimonianza di un possibile soggiorno islandese dei Romani rappresentata dal ritrovamento, in una regione orientale dell'isola, di tre monete romane del tipo trinummus. Dei viaggi e della presenza degli irlandesi abbiamo invece notizia le fonti irlandesi chiamano l'isola Thil, ovvero Thule ; anche diversi toponimi, specialmente nella parte orientale, testimoniano la presenza di coloni di stirpe celtica.

Attorno all', dei navigatori scandinavi giunsero per la prima volta in Islanda. Erano in viaggio verso le isole a nord della costa scozzese, ma furono mandati alla deriva verso nord dai forti venti meridionali; il terzo navigatore che vi approd, Floki Vilgerarson, era originario della Norvegia occidentale. Sicuramente sapeva dell'esistenza dell'isola, poich aveva portato con s, sulla nave, delle pecore. Aveva quindi probabilmente l'intenzione di stabilirvisi.

Floki si insedi in un luogo detto Vatnsfjrur Bararstrnd, sulla costa occidentale; durante l'inverno, per, perse tutto il gregge, dato che si era scordato di portare il foraggio per la cattiva stagione.

Prima di lasciare l'isola, le diede il nome di s-land , cio 'Terra del ghiaccio'. Il primo colono che si stabil in modo duraturo in Islanda fu il norvegese Ingolfur Arnarson. Nell' si costru una fattoria alla quale diede il nome di Reykjavk 'Baia dei Fumi', probabilmente dai numerosi geyser che scaturivano nella zona oppure per delle fumarole vulcaniche , proprio nel punto dove oggi sorge la capitale che, quindi, storicamente il primo insediamento umano dell'isola ed ha conservato l'antichissimo nome.

L'anno del suo arrivo generalmente considerato l', che cos l'anno di inizio della landnm e della storia islandese. Alcuni storici sono per del parere che Ingolfur sarebbe giunto sull'isola nell' o addirittura pi tardi.

Dopo che Ingolfur Arnarson si fu stabilito in Islanda con la sua famiglia, l'intero parentado e gli schiavi, ebbe inizio un flusso migratorio ininterrotto dalla Norvegia e dalle isole della Scozia settentrionale, allora sotto dominio norvegese.

A tale flusso contribu forse in maniera decisiva il desiderio, condiviso da molti, di sfuggire alla tirannia del re di Norvegia Aroldo Bellachioma Harald Hrfager. La fonte scritta pi importante e completa che ci parla dei primi tempi dell'insediamento un codice pergamenaceo detto Landnmabk 'Libro degli Insediamenti' ; essa fa ammontare i coloni originari a circa quattrocento.

La Landnmabk ci d parecchie informazioni, usualmente attendibili, sui singoli coloni, sulla loro provenienza e sulle loro famiglie. Sulla base di quest'opera sono state intraprese delle ricerche volte a determinare l'esatta quantit dei coloni originari; si deve per tenere conto del fatto che molti coloni norvegesi, prima di arrivare in Islanda, si recarono in Irlanda, da dove portarono con s molti schiavi.

Nelle fonti a nostra disposizione sono nominati solo pochi di questi schiavi; ma i toponimi ed i cognomi inequivocabilmente celtici Kvaran, Kiljan, Kamban, Melkorka ecc. Si calcola che, nel periodo che va dall' al , siano arrivate in Islanda dalle La maggior parte di esse era di origine norvegese, specialmente delle zone occidentali del paese; alcuni coloni giunsero Il termine del landnm fissato generalmente al ; dopo tale data arrivarono sull'isola solo pochi ritardatari.

Molti coloni norvegesi avevano portato con s gli oggetti sacri della loro stirpe come, ad esempio, la terra consacrata, le colonne dei templi ed altre cose che furono collocate nei nuovi luoghi sacri. Questi ultimi dipendevano da un sacerdote, detto goi, che esercitava il potere spirituale in una circoscrizione di sua competenza, detta goor '[territorio nel quale la] parola del goi' [ha forza di legge].

I goor rappresentarono quindi la prima suddivisione territoriale del Paese. L'intera Islanda fu poi divisa in quattro provincie, dette fjrungar. In tre delle quattro provincie operavano tre assemblee popolari locali, dette ing; nella provincia settentrionale erano invece quattro. Presto fu avvertita la necessit di istituire un'unica assemblea nazionale. Dopo lunghe discussioni, fu scelta come sede dell'assemblea alingi un'estesa piana nel sud del Paese, dove essa si riun per la prima volta nel Tale anno viene quindi considerato l'anno di fondazione dell'antico Stato Libero islandese.

La piana da allora nota con il nome di ingvellir spianate dellassemblea. Chiunque volesse poteva bivaccare ed assistere alle riunioni dalle alture che sovrastano ingvellir, attraversate da una grande faglia rocciosa che che fu detta per questo Almannagj faglia di tutti quanti, faglia del pubblico, nome che ha tuttora. Le assemblee locali e quella generale di ingvellir si ispiravano senza dubbio a quelle che si tenevano nella Norvegia occidentale; l' alingi islandese aveva per delle caratteristiche assai originali.

L'ordinamento, collaudato da molto tempo, aveva come scopo quello di rendere impossibile ogni abuso di potere. Non esisteva nessuna autorit 'statale' nel senso moderno del termine: il capo dell'assemblea lgmaur era l'uomo pi importante dello Stato Libero e presiedeva la Lgrtta, la corte suprema che decideva su ogni questione giuridica; ma era l'unico ad avere una carica ben definita. Come del resto lo stesso alingi, il lgmaur non aveva alcun potere decisionale.

Una volta che l'alingi aveva deliberato, l'esecuzione civile o penale era affidata ai singoli componenti dell'assemblea. Era quindi assai importante poter contare su un buon numero di sostenitori potenti e affidabili delle vere e proprie lobbies , in primo luogo per assicurarsi un diritto, ed in secondo luogo per mantenerlo. Questo fece s che i singoli gruppi di sostenitori si riunissero attorno a dei capi locali, i quali, come logico attendersi, pensavano pi al loro potere personale che alla cosa pubblica.

Nel XIII secolo il Paese cadde in uno stato di guerra civile permanente, nella quale ebbe molta parte anche la corona norvegese che gi dal dal aveva tentato a pi riprese di sottomettere l'Islanda. Tale periodo storico viene detto Sturlungald 'epoca degli Sturlunghi' , dal nome della stirpe i discendenti di Sturla cui appartenevano i pi potenti capi locali.

Nel il re di Norvegia nomin uno dei capi in lotta, Gizur orvaldsson, suo rappresentante personale in Islanda. Egli riusc, nel , ad ottenere con la forza dall'alingi l'annessione del Paese da parte della Norvegia. Per impostare una temperatura del colore personalizzata, selezionare innanzitutto Personalizzato nel menu Temperatura del colore. Temperatura colore personalizzata è un'impostazione destinata ad utenti esperti.

Contrasto dinamico Con Contrasto dinamico è possibile impostare il livello in base al quale il televisore migliora automaticamente i dettagli nelle aree scure, mediamente chiare e chiare dell'immagine. Impostazioni di contrasto Per regolare il livello Gamma è un'impostazione destinata agli utenti esperti. Luminosità è un'impostazione destinata ad utenti esperti. Si consiglia agli utenti non esperti di regolare la luminosità delle immagini tramite l'impostazione Contrasto.

Natural Motion rende qualunque movimento fluido e omogeneo. Gli artefatti MPEG sono per lo più visibili come piccoli blocchi o bordi frastagliati nelle immagini. Perfect Natural Motion rende qualunque movimento fluido e omogeneo. Selezione di uno stile Per regolare il livello Per facilitare la regolazione audio, è possibile selezionare un'impostazione predefinita con Stile audio. Personale: le preferenze per l'audio impostate durante la prima accensione.

Originale: le impostazioni audio più neutre Film: ideale per guardare i film. Musica: ideale per ascoltare la musica. Gioco: ideale per giocare. Si consiglia di regolare le impostazioni audio solo per lo stile Personale. Impostazioni audio avanzate Modalità surround Per ripristinare le impostazioni originali dello stile Con Modalità surround, è possibile impostare l'effetto audio degli altoparlanti TV.

Audio nitido Con Clear Sound, è possibile migliorare l'audio della voce. Si tratta della soluzione ideale per i telegiornali. È possibile collegare un dispositivo wireless con Bluetooth al televisore, ad esempio un altoparlante wireless, un subwoofer, una sound bar o delle cuffie. È possibile collegare anche un gamepad wireless al Bluetooth LE.

Per riprodurre l'audio del televisore su un altoparlante wireless, è necessario associarlo al televisore. È possibile associare alcuni altoparlanti wireless e un massimo di 4 dispositivi Bluetooth LE Low Energy, a basso consumo. Il TV è in grado di riprodurre l'audio su un solo altoparlante wireless alla volta. Se si collega un subwoofer, l'audio viene riprodotto sul TV e sul subwoofer.

Se si collega una sound bar, l'audio viene riprodotto solo sulla sound bar. Cuffie wireless Per collegare dispositivi audio Bluetooth, ad esempio cuffie Bluetooth, assicurarsi che la funzione Bluetooth sia attiva. Una latenza elevata significa che l'audio è più lento rispetto al video, il che provoca una mancata "sincronizzazione labiale". Prima di acquistare un sistema di altoparlanti Bluetooth wireless, informarsi sui modelli più recenti e cercare un dispositivo con classificazione di bassa latenza.

Chiedere consiglio al proprio rivenditore. È possibile collegare una vasta gamma di altoparlanti wireless Philips per riprodurre l'audio del televisore. Luoghi con elevata attività wireless ad esempio appartamenti con molti router wireless possono compromettere la qualità del collegamento wireless. Posizionare il router e l'altoparlante wireless il più vicino possibile al TV. È possibile regolare la dimensione della luce diffusa Ambilight. Si consiglia di utilizzare prodotti audio wireless Philips Impostazioni di Ambilight Impostazioni di Ambilight Saturazione Ambilight Luminosità Ambilight Con Saturazione Ambilight è possibile impostare il livello di saturazione del colore di Ambilight.

Con Luminosità di Ambilight, è possibile impostare il livello di luminosità di Ambilight. Selezionare il colore di una parete dietro al televisore e il TV adatterà i colori Ambilight affinché vengano visualizzati in modo reale. Spegnimento automatico La funzione di spegnimento automatico consente di impostare il televisore per il passaggio automatico alla modalità standby dopo un periodo di tempo specificato.

La barra di scorrimento consente di impostare il tempo massimo fino a minuti in incrementi di 30 minuti. Se l'impostazione è Off, la funzione Sleep Timer viene disattivata. È comunque possibile spegnere il televisore prima o reimpostare il tempo durante il conto alla rovescia. Lo spegnimento graduale concede il tempo di accendere l'illuminazione normale. È possibile individuare l'elenco delle applicazioni installate sul TV e lo spazio di archiviazione necessario. È possibile configurare la tastiera su schermo o consentire alle applicazioni di utilizzare la propria posizione.

Esplorare le diverse impostazioni di Android. Per ulteriori informazioni su queste impostazioni, è possibile accedere al sito Web Se non si desidera accedere alle pagine HbbTV su un canale specifico, è possibile bloccare le pagine HbbTV relative solo a questo canale.

Se, nel frattempo, è stata cambiata la posizione del televisore, regolare questa impostazione di conseguenza, per poter ottenere la migliore riproduzione audio. Quando il televisore rileva la tastiera per la prima volta, è possibile selezionare il layout della tastiera e provare la selezione. Se si seleziona un layout della tastiera con caratteri cirillici o greci, è possibile selezionare un layout secondario con caratteri latini.

Per cambiare layout della tastiera quando ne è già selezionato uno È possibile impostare una lingua audio principale e secondaria preferita. Il televisore attiverà l'audio in una di queste lingue, se disponibile. Se nessuna delle lingue audio preferite è disponibile, è possibile selezionare un'altra lingua audio tra quelle disponibili.

Il televisore viene completamente reinstallato. Sottotitoli Lingua menu È possibile impostare le opzioni dei sottotitoli su On, Off o Acceso con audio disattivato. Oppure, per mostrare i sottotitoli durante la visione di un programma trasmesso in una lingua diversa dalla propria, ovvero quella impostata per il TV, selezionare Automatico.

Questa impostazione mostrerà i sottotitoli automaticamente anche quando si disattiva l'audio. È possibile impostare una lingua principale e secondaria per i sottotitoli. Il televisore mostrerà i sottotitoli in una delle lingue impostate, se disponibili. Se nessuna delle lingue preferite per i sottotitoli è disponibile, è possibile selezionare un'altra lingua dei sottotitoli tra quelle disponibili. Selezione di una pagina del televideo 1 - Immettere il numero della pagina desiderata con i tasti numerici.

Elenco televideo T. Il televisore crea un elenco delle ultime 10 pagine del televideo aperte. Sottotitoli dal servizio di televideo Se ci si sintonizza su un canale analogico, è necessario rendere disponibili manualmente i sottotitoli per ciascun canale. I sottotitoli attivati premendo On nel menu dei sottotitoli durante la visione del canale analogico verranno visualizzati, se disponibili. Lingue televideo Televideo da un dispositivo collegato Anche alcuni dispositivi che ricevono i canali TV offrono il servizio di televideo.

Blocca pagina Consente di interrompere la rotazione automatica delle sottopagine. Il menu Home visualizza sempre l'ora esatta. La modifica dell'ora legale, quindi, potrebbe essere ignorata e il televisore potrebbe indicare un orario sbagliato. Quando si registrano i programmi in palinsesto nella Guida TV, si consiglia di non modificare l'ora e la data manualmente. In alcuni Paesi, l'impostazione Orologio viene nascosta dagli operatori di rete per evitare che venga impostato un orario errato.

Con Accesso universale attivato, l'opzione Accesso universale viene aggiunta al menu delle opzioni. Se Non udenti è attivato, il TV passa automaticamente all'audio e ai sottotitoli speciali, se disponibili. Prima di attivare la funzione Non udenti, è necessario attivare Accesso universale. Per verificare se è disponibile una lingua audio per non udenti, premere OPTIONS, selezionare Lingua audio e cercare una lingua audio contrassegnata con il simbolo Accesso universale Se Accessibilità non viene visualizzato nel menu delle opzioni, attivare Accesso universale nel menu Impostazioni.

Accensione Se si attiva Accesso universale, il televisore viene predisposto per l'uso da parte di persone con problemi di udito o di vista. Accensione Descrizione audio Se l'opzione Accesso universale non è stata attivata durante l'installazione, è possibile attivarla dal menu Accesso universale. Per poter impostare l'audio e gli effetti per non vedenti, è necessario attivare prima Descrizione audio. Inoltre, prima di attivare la Descrizione audio, è necessario attivare Accesso universale nel menu Impostazioni.

Per attivare Descrizione audio mentre si guarda la TV Alcuni commenti audio possono disporre di effetti audio aggiuntivi, come quello stereo o dissolvenza. Per attivare Effetti audio se disponibile È possibile verificare se è disponibile un commento audio. Nel menu Opzioni, selezionare Lingua audio e cercare una lingua audio contrassegnata con il simbolo.

Per combinare il volume Il risultato del test viene visualizzato sullo schermo. Per migliorare eventualmente la ricezione, è possibile riposizionare l'antenna o verificare i collegamenti. Selezionare il numero di frequenza uno alla volta e utilizzare i tasti su o giù per modificare il valore.

Per eseguire nuovamente il test sulla ricezione, selezionare Ricerca e 8 - Premere BACK, ripetutamente se necessario, Aggiorna canali Aggiornamento automatico canali Se si ricevono canali digitali, è possibile impostare il televisore in modo da aggiornare automaticamente l'elenco. Una volta al giorno, alle ore 4, il televisore aggiorna i canali e salva quelli nuovi. I nuovi canali vengono memorizzati nell'elenco canali e sono contrassegnati con un. I canali senza un segnale vengono rimossi.

Per l'aggiornamento automatico dei canali, il televisore deve trovarsi in modalità standby. È possibile disattivare l'aggiornamento automatico canali. Per disattivare l'aggiornamento automatico 1 - Modalità Consumer: On Non disponibile in questa modalità. Se vengono rilevati nuovi canali o se i canali vengono aggiornati o rimossi, viene visualizzato un messaggio all'avvio del televisore.

Per evitare che questo messaggio compaia dopo ogni aggiornamento dei canali, è possibile disattivarlo. Reinstalla canali Per disattivare il messaggio 1 - Modalità Consumer: On Non disponibile in questa modalità. Reinstallazione di tutti i canali È possibile reinstallare tutti i canali lasciando invariate tutte le altre impostazioni del televisore. Se è stato impostato un codice PIN, è necessario immettere tale codice prima di eseguire la reinstallazione dei canali.

In alcuni Paesi, l'aggiornamento automatico dei canali viene eseguito durante la visione di un programma o quando il televisore si trova in modalità standby.

Selezionare il Paese o l'area geografica in cui ci si trova in quel momento e Cerca canale Per trovare un canale, selezionare Cerca canale e È possibile immettere personalmente una frequenza per trovare un canale o attivare la ricerca automatica di un canale sul TV. Premere destra per selezionare Ricerca e premere OK per cercare automaticamente un canale. Il canale trovato viene visualizzato sullo schermo; se la ricezione non è ottimale, premere nuovamente Ricerca. Selezionare Memorizza canale attivo o Memorizza come nuovo canale e Viene visualizzato brevemente il nuovo numero di canale.

Reinstalla TV È possibile rieseguire un'installazione completa del televisore. Per eseguire nuovamente un'installazione completa del televisore È possibile effettuare nuovamente questi passaggi finché non sono stati trovati tutti i canali televisivi analogici disponibili. Tutte le impostazioni verranno ripristinate e i canali installati verranno sostituiti. Per ottenere il codice sorgente, scrivere in inglese al seguente indirizzo Potrebbe essere necessario aggiornare il software del televisore.

Utilizzare un computer con connessione a Internet ad alta velocità e un'unità flash USB per caricare il software sul televisore. Accertarsi che la protezione da scrittura sia disattivata. Download del software 1 - Inserire l'unità flash USB nel computer.

Non salvare il file in una cartella. Questo documento descrive la distribuzione del codice sorgente utilizzato sul software televisivo TP Vision Netherlands B. Le istruzioni per ottenere copie del software possono essere reperite nelle istruzioni per l'uso. Aggiornamento del software del televisore 1 - Inserire nuovamente l'unità flash USB nel televisore.

L'aggiornamento viene avviato automaticamente. Non premere il tasto sul televisore o sul telecomando. Non rimuovere l'unità flash USB. TP Vision Netherlands B. Quanto appena espresso non riguarda le garanzie e i diritti statutari derivanti dall'acquisto dei prodotti TP Vision Netherlands B. È applicabile solo al codice sorgente messo a disposizione. Se durante l'aggiornamento si verifica un'interruzione di corrente, non scollegare l'unità flash USB dal televisore.

Una volta ripristinata la corrente, il televisore proseguirà con l'aggiornamento Open Source License Per evitare un aggiornamento accidentale del software del televisore, eliminare il file autorun. Android 5. Android is a Linux-based operating system designed primarily for touch screen mobile devices such as smartphones and tablet computers.

The original download site for this software is : Except as contained in this notice, the name of a copyright holder shall not be used in advertising or otherwise to promote the sale, use or other dealings in this Software without prior written authorization of the copyright holder.

The original download site for this software is : piece of software is made available under the terms and conditions of the GPL v2 license, which can be found below. Additionally, following exception applies : "NOTE! Also note that the GPL below is copyrighted by the Free Software Foundation, but the instance of code that it refers to the linux kernel is copyrighted by me and others who actually wrote it.

This software is provided "AS IS", and you, its user, assume the entire risk as to its quality and accuracy. This software is copyright C , Thomas G. All Rights Reserved except as specified below. Permission is hereby granted to use, copy, modify, and distribute this software or portions thereof for any purpose, without fee, subject to these conditions: 1 If any part of the source code for this software is distributed, then this README file must be included, with this copyright and no-warranty notice unaltered; and any additions, deletions, or changes to the original files must be clearly indicated in accompanying documentation.

These conditions apply to any software derived from or based on the IJG code, not just to the unmodified library. If you use our work, you libcurl 7. Permission to use, copy, modify, and distribute this software for any purpose with or without fee is hereby granted, provided that the above copyright notice and this permission notice appear in all copies.

Permission is NOT granted for the use of any IJG author's name or company name in advertising or publicity relating to this software or products derived from it. We specifically permit and encourage the use of this software as the basis of commercial products, provided that all warranty or liability claims are assumed by the product vendor.

It is a platform-independent library that contains C functions for handling PNG images. It supports almost all of PNG's features, is extensible. The original download site for this software is : license ezxml is a C library for parsing XML documents. This piece of software is made available under the terms and conditions of the MIT license, which can be found below. Part of the software embedded in this product is gsoap software.

Portions created by gsoap are Copyright Robert A. All Rights Reserved. The core library, written in the C programming language, implements the basic cryptographic functions and provides various utility functions. The original download site for this software is : license Zlib compression library 1.

series. Manuale dell'utente 49HFLT 55HFLT 65HFLT - PDF

All the code is thread safe. The data format used by the zlib library is described by RFCs Request for Comments to in the files zlib format , rfc deflate format and rfc gzip format Developed by Jean-loup Gailly and Mark Adler C Jean-loup Gailly and Mark Adler This software is provided 'as-is', without any express or implied warranty. In no event will the authors be held liable for any damages arising from the use of this software.

Permission is granted to anyone to use this software for any purpose, including commercial applications, and to alter it and redistribute it freely, subject to the following restrictions: 1.

The origin of this software must not be misrepresented; you must not claim that you wrote the original software. If you use this software in a product, an acknowledgment in the product documentation would be appreciated but is not required. Altered source versions must be plainly marked as such, and must not be misrepresented as being the original software. This notice may not be removed or altered from any source distribution.

Jean-loup Gailly Mark Adler restlet 2. Rest let is suitable for both server and client Web applications. The original download site for this software is : piece of software is made available under the terms and conditions of the All rights reserved. By downloading the Software and Document, you are deemed to agree to these terms. By using the Software and Document, you irrevocably agree that the HKSARG may from time to time vary this Terms of Use without further notice to you and you also irrevocably agree to be bound by the most updated version of the Terms of Use.

You have the sole responsibility of obtaining the most updated version of the Terms of Use which is available in the "Digital 21" Web site cio. You are not allowed to make copies of the Software and Document except it is incidental to and necessary for the normal use of the Software.

You are not allowed to adapt or modify the Software and Document or to distribute, sell, rent, or make available to the public the Software and Document, including copies or an adaptation of them. The Software and Document are protected by copyright.

Opera uses modified versions of the sprintf and sscanf methods from this C library. In relation to the Software and Document, HKSARG hereby disclaims all warranties and conditions, including all implied warranties and conditions of merchantability, fitness for a particular purpose and non-infringement. HKSARG will not be liable for any direct, indirect, incidental, special or consequential loss of any kind resulting from the use of or the inability to use the Software and Document even if HKSARG has been advised of the possibility of such loss.

The Terms of Use will be governed by and construed in accordance with the laws of Hong Kong. If for any reason a court of competent jurisdiction finds any provision or portion of the Terms of Use to be unenforceable, the remainder of the Terms of Use will continue in full force and effect.

The Terms of Use constitute the entire agreement between the parties with respect to the subject matter hereof and supersedes and replaces all prior or contemporaneous understandings or agreements, written or oral, regarding such subject matter. Unicode: Mapping table for GBThe original download site for this software is : ect. The original download site for this software is : wiki.

Unicode 4. The original download site for this software is : e. Products may use it to decode WebP images. The turbo servers will eventually re-decode images to WebP. Google hereby grants to you a perpetual, worldwide, non-exclusive, no-charge, royalty-free, irrevocable except as stated in this section patent license to make, have made, use, offer to sell, sell, import, transfer, and otherwise run, modify and propagate the contents of this implementation of VP8, where such license applies only to those patent claims, both currently owned by Google and acquired in the future, licensable by Google that are necessarily infringed by this implementation of VP8.

This grant does not include claims that would be infringed only as a consequence of further modification of this implementation. If you or your agent or exclusive licensee institute or order or agree to the institution of patent litigation against any entity including a cross-claim or counterclaim in a lawsuit IANA Dec Opera uses Internet Assigned Numbers Authority: Character encoding tag names and numbers. The original download site for this software is : piece of software is made available under the terms and conditions of the LGPL v2.

FaceBook SDK 3. The original download site for this software is : piece of software is made available under the terms and conditions of the Apache License version 2. The original download site for this software is :This piece of software is made available under the terms and conditions of Android Apache License Version 2.

Different kernel modules and programs are currently used for different protocols; iptables applies to IPv4The original download site for this software is : piece of software is made available under the terms and conditions of the GPL v2.

Exif JPEG header manipulation tool. The original download site for this software is : of this source code are in the public domain Copyright c , The Android Open Source Project All rights reserved.

The original download site for this software is : piece of software is made available under the terms and conditions BSD. FFmpeg is a complete, crossplatform solution to record, convert and stream audio and video. All trademarks and registered trademarks mentioned herein are the property of their respective owners. EXPAT 2. The original download site for this software is : c , , Thai Open Source Software Center Ltd and Clark Cooper Copyright c , , , , , Expat maintainers.

The original download site for this software is : piece of software is made available under the terms and conditions of Apache License version 2.

Permission is hereby granted, free of charge, to any person obtaining a copy of this software and associated documentation files the "Software" , to deal in the Software without restriction, including without limitation the rights to NFC NA Near Field Communication NFC is a set of short-range wireless technologies, typically requiring a distance of 4cm or less to initiate a connection.

NFC allows you to share small payloads of data between an NFC tag and an Android-powered device, or between two Androidpowered devices. This piece of software is made available under the terms and conditions of Apache License version 2. Nuance Speech Recognition engine NA The original download site for this software is : piece of software is made available under the terms and conditions of Apache License version 2.

The original download site for this software is : c Google Inc. The original download site for this software is : Fomitchev grants Licensee a non-exclusive, nontransferable, royalty-free license to use STLport and its documentation without fee.

By downloading, using, or copying STLport or any portion thereof, Licensee agrees to abide by the intellectual property laws and all other applicable laws of the United States of America, and to all of the terms and conditions of this Agreement.

Licensee shall maintain the following copyright and permission notices on STLport sources and its documentation unchanged :Copyright , Boris Fomitchev This material is provided "as is", with absolutely no warranty expressed or implied. Any use is at your own risk. Permission to use or copy this software for any purpose is hereby granted without fee, provided the above notices are retained on all copies.

Permission to modify the code and to distribute modified code is granted, provided the above notices are retained, and a notice that the code was modified is included with the above copyright notice. The Licensee may distribute binaries compiled with STLport whether original or modified without any royalties or restrictions. The Licensee may distribute original or modified STLport sources, provided that: The conditions indicated in the above permission notice are met; The following copyright notices are retained when present, and conditions provided in accompanying permission notices are met :Copyright Hewlett-Packard Company Copyright ,97 Silicon Graphics Computer Systems, Inc.

Permission to use, copy, modify, distribute and sell this software and its documentation for any purpose is hereby granted without fee, provided that the above copyright notice appear in all copies and that both that copyright notice and this permission notice appear in supporting documentation. HewlettPackard Company makes no representations about the suitability of this software for any purpose. It is provided "as is" without express or implied warranty.

Permission to use, copy, modify, distribute and sell this software and its documentation for any purpose Sonic Audio Synthesis library NA The original download site for this software is : piece of software is made available under the terms and conditions of Apache License version 2. Sqlite Silicon Graphics makes no representations about the suitability of this software for any purpose.

Gson can work with arbitrary Java objects including pre-existing objects that you do not have source-code of. The original download site for this software is : piece of software is made available under the terms and conditions of the Apache License 2. Preamble The licenses for most software are designed to take away your freedom to share and change it.

By contrast, the GNU General Public License is intended to guarantee your freedom to share and change free software--to make sure the software is free for all its users. This General Public License applies to most of the Free Software Foundation's software and to any other program whose authors commit to using it. You can apply it to your programs, too. TomCrypt 1. Our General Public Licenses are designed to make sure that you have the freedom to distribute copies of free software and charge for this service if you wish , that you receive source code or can get it if you want it, that you can change the software or use pieces of it in new free programs; and that you know you can do these things.

These restrictions translate to certain responsibilities for you if you distribute copies of the software, or if you modify it. AsyncHttpclient 1. You must make sure that they, too, receive or can get the source code. And you must show them these terms so they know their rights.