Skip to content

FRIV-4.INFO

Non è mai stato così facile cercare file popolari. Qui puoi trovare film e musica assolutamente gratuiti

SCARICA BEARSHARE 7.1 ITALIANO


    Contents
  1. Where Can I Order Generic Viagra
  2. scaricare bearshare
  3. Download Koyote Free Video Converter
  4. File sharing

BearShare è un programma per condividere, scoprire e scaricare musica e video . È possibile vedere il profilo di altri utenti con le loro foto e le librerie musicali. BearShare download gratuito. Ottieni la nuova versione di BearShare. Ora è possibile condividere i tuoi file con chiunque ✓ Gratis ✓ Caricato ✓ Scarica ora. Numero di download (in italiano): 17, Numero di download (in. È un programma che ti permette di condividere e scaricare file da Internet. La filosofia di questo programma è quella di condividere i file tra gli utenti. Scarica l'ultima versione di BearShare: Nuovo software per scaricare file in rete. Versione: Lingua:In Italiano; Licenza:Gratis; Autore: Bearshare. scaricare bearshare Gratis download software a UpdateStar - BearShare è un programma di file dove posso scaricare bearshare gratis;» scaricare bearshare italiano;» scaricare bearshare in . Nokia Connectivity Cable Driver

Nome: bearshare 7.1 italiano
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Android. Windows XP/7/10. MacOS.
Licenza:Gratis!
Dimensione del file:43.78 Megabytes

Koyote Free Video Converter è un programma in italiano per convertire video. L'ultima versione supporta una miriade di formati, in ingresso e uscita. Include preset predefiniti, è facile da usare ed è compatibile con Windows 8, 7, Vista e XP. Usare Koyote Free Video Converter è semplice: selezioni uno o più filmati da convertire e il formato d'uscita. Eventualmente puoi modificare altri parametri: codec, risoluzione dell'immagine, aspect ratio , , , , , o , bitrate e numero di canali audio.

Disinstallazione manuale Sebbene sui ed rom di Pc Open preferiamo inserire programmi con disinstallatori, ca- pita che alcuni software interessanti, o di- mostrativi di programmi, ne siano privi. In questo caso per eliminare un programma possiamo usare un prodotto come Sy- mantec Cleansweep oppure Cybermedia Uninstaller. Se non si dispone di questi programmi, oc- corre cancellare la cartella di installazione dei file con Gestione Risorse e le icone dal menu Programmi manualmente.

Leggere la guida del ed rom per ulteriori informa- zioni, per richiamare tale guida, cliccare l'o- monimo pulsante nell'interfaccia grafica di consultazione. O Doublé Desktop v2. O Test Master v2. Software italiano per creare e esaminare i risultati di test Il software di connessione gratuita a internet offerta dal gruppo Cdc Aggiornamento completo in italiano del pacchetto di applicativi Microsoft Forse il più famoso programma di posta elettronica, in versione completa adware Per gestire conferenze tra più persone su internet.

Versione completa, italiana Acceleratore di prelevamenti da file, con funzioni di scheduling ed altro La più recente versione completa del pacchetto di applicativi di Netscape per internet La più recente versione completa del pacchetto di applicativi di Netscape per internet Accelera il prelevamento dei file, riprende dalle interruzioni e via dicendo. In tali circostanze, prima di contattarci, provate comunque il ed rom su un altro personal computer, verificando che abbia i requisiti minimi necessari per farlo funzionare.

Se invece il ed rom risulta effettivamente danneggiato, contattate per la sostituzione gratuita: I. Il Registro di Windows è un database che contiene informazioni su tutti i componenti hardware e software , usate da Windows per funzionare.

Ad esempio, esistono voci che memorizza- no le dimensioni delle finestre degli applicativi, oppure gli ul- timi file aperti. Il problema è che anche disinstallando gli applicativi con l'apposita pro- cedura, molte volte tali voci ri- mangono nel Registro. Se proprio dobbiamo intervenire sul Regi- stro, possiamo usare strumenti come Regcleaner, contenuto nel nostro ed rom, che semplifi- cano questo lavoro, ma riman- gono comunque programmi da usare con molta cautela.

La regola fondamentale è di non toccare mai le voci del Re- gistro di cui non si conosce l'u- tilità. Se ad esempio eliminiamo le chiavi associate alla gestione della scheda audio o grafica, di sicuro al riawio avremo un si- stema malfunzionante e dovre- mo procedere alla totale rein- stallazione dei driver stessi.

Come si usa Regcleaner Quando si avvia Regcleaner, appare un'interfaccia a linguet- te, la prima della quale è Softwa- re. Qui sono elencate tutte le voci del Registro create per ge- stire il software. Se troviamo delle voci che fanno riferimento a programmi non più presenti, possiamo selezionarle col mou- se e cliccare sul pulsante Re- move Selected. Il menu Select consente di scegliere rapida- mente tutte le voci. Ripetiamo: non cancellare voci di cui che non conosciamo, ma solo quel- le che siamo sicuri non servano a nulla, perché appartengono a programmi disinstallati.

La sezione Uninstall Menu consente invece di eliminare le voci del pannello standard di Windows per disinstallare ap- plicazioni. Capita infatti che se una disinstallazione non va a buon fine, o la procedura rea- lizzata dall'autore è comunque difettosa, la voce della proce- dura rimane nel Pannello di controllo di Windows, anche se tentando di usarla nuovamente appare solo un messaggio di er- rore.

Da questa lista possiamo eliminare tranquillamente le voci che vi appaiono, ma non funzionano più cleaner il riferimento a una pro- cedura di disinstallazione an- cora esistente, non potremo più avviare la procedura dal Pannello di controllo di Win- dows, perché non apparirà più. La sezione Startup List ripor- ta tutti i programmi che sono caricati in modo automatico al- l'avviamento.

In genere qui è tutto corretto, ma se riceviamo qualche messaggio di errore di "file non trovato" quando parte Windows, magari per una in- corretta disinstallazione di qualche applicativo possiamo eliminare la relativa voce da qui. Infatti, se eliminiamo qual- che voce di troppo, possiamo rimetterla a posto dalla linguet- ta Backups, dove vengono con- servate le voci cancellate.

Ba- sta scegliere una voce e clicca- re sul pulsante Restare Backup. Pulizie in automatico Nel menu Tools di Regcleaner sono presenti alcune delicate funzioni di pulizia automatica del Registro.

Ad esempio, pos- siamo eliminare in modo auto- matico tutte le voci che appaio- no inutili o scorrette, le voci Ole scollegate ed altro. In questo caso il suggerimento è sempre di non usare queste funzioni se non si è certi di sapere poi co- me ripristinare eventuali mal- funzionamenti di Windows. Regcleaner funziona quasi sem- pre in modo affidabile, elimi- nando o meglio, inserendo nel- la sua sezione Backups soltan- to le voci effettivamente inutili.

Qualora pensiamo di installare, ad esempio, una nuo- va scheda madre, usando que- sta voce di Regcleaner si co- stringe Windows a riconoscere nuovamente tutto l'hardware al successivo riawio. Difatti, molti dei problemi che si incontrano dopo opera- zioni di questo tipo anche in- stallando un nuovo Windows derivano dalla permanenza nel Registro di voci della configura- zione hardware precedente.

Inoltre ti ricordo l'indirizzo del mio sito aggiornato www. Magari a sproposito, come in questo caso. Infatti, l'e-mail è stata spedita alla mia casella di posta elettronica da una persona che non ho mai conosciuto, della quale non avevo mai sentito parlare prima e che mai mi aveva scritto durante il suo mandato di consigliere comunale. Somiglia in tutto a un caso di spamming come quelli che il nostro avvocato stigmatizza nella sua rubrica vedi a pagina 1 7.

Ma questo "abbassa" il candidato al livello dei venditori porta a porta che intasano di offerte le nostre cassette della posta. L'uso della posta elettronica è un esempio positivo di come internet possa contribuire a migliorare il rapporto fra eletti ed elettori, fra cittadini e politica. Peccato che in questo caso, ma sicuramente ce ne sono stati migliaia di analoghi, non sia stata usata CHIPSET INTEL La velocità è la metà del dovuto Sono una delle "vittime" del chipset Intel a marzo ho acquistato un personal computer assemblato su mia richiesta.

Ho chiesto una motherboard che supportasse il bus a MHz e l'Agp 4X; mi è stata consigliata una scheda dotata di chipset Intel marca Microstar modello Dopo circa un mese scopro. Fa venire il dubbio che lo faccia solo per risparmiare i soldi dei francobolli, con qualche danno anche per le casse dello Stato. Oltre al legittimo sospetto che quel sito "appena nato Saremmo ben contenti, invece, se i prossimi eletti vorranno usare internet, purché rispettino la privacy chiedendo l'adesione alle loro newsletter , informino regolarmente e magari chiedano ogni tanto il nostro parere e facciano dei bei siti utili, non solo di propaganda.

Siamo certi che ne guadagnerebbero la democrazia e l'informatica. Poi leggo dell'ammissione da parte di Intel di un difetto che affligge tutte le schede madri dotate di chipset che non utilizzano le memorie rambus, con tanto di indicazioni per rilevare la presenza dell'Mth responsabile del difetto. In seguito il problema si è presentato sempre più frequentemente e in alcuni casi ha causato perfino lo spegnimento del personal.

Ho cercato di contattare Microstar ma senza successo. Ho chiamato anche Intel Italia e ovviamente mi hanno risposto di rivolgermi a Microstar. In marzo è scaduta la garanzia ed ancora non ho risolto la questione.

Potete consigliarmi cosa devo fare per venirne a capo? Eros Guidi, Roma Nel caso in questione la scheda madre è mancante innanzitutto delle qualità promesse, cioè della capacità di far funzionare ad una certa frequenza di clock il processore.

Inoltre, se sono veri i problemi ricordati dal lettore, vi è un ulteriore problema di veri e propri vizi dell'hardware, che lo rendono instabile e generatore di interruzioni nel funzionamento del computer. Ovviamente, in caso di mancata ottemperanza da parte dei destinatari, il lettore dovrà poi effettivamente iniziare una causa civile.

Questa potrà avvenire anche presso il giudice di pace del suo luogo di residenza, in virtù della legge di tutela del consumatore, ma comunque con spese anticipate a suo carico. Tra queste spese, probabilmente, occorre annoverare anche quelle per una perizia tecnica, necessaria anche solo semplicemente per fare ben comprendere al giudice i termini della questione.

Compero da anni la vostra rivista, che trovo interessante e completa. Hon sono d'accordo su varie affermazioni fatte, che con una rapida indagine potreste facilmente dimostrare come infondate. Ma questo non significa che siano dati accettabili e condivisi. Dove è la coerenza scientifica? Tempo fa ho misurato con l'aiuto di un parente che lavora all'AsI, le radiazioni dei cellulari, con uno strumento usato da loro proprio per misurare le radiazioni di impianti radioelettrici.

Non solo se il cellulare è spento non emette nessuna radiazione abbiamo provato con quattro Gsm diversi , e se il cellulare è acceso, ma non in linea, le radiazioni sono del tutto trascurabili. Molto inferiori a chi, ad esempio, abita al piano terra di un palazzo sotto il quale corrono cavi dell'alta tensione. Infine una considerazione: il petrolio ed i suoi derivati sono cancerogeni, eppure tutti usiamo l'auto. Le sigarette sono cancerogene, ma moltissimi fumano.

Molti alimenti sono pericolosi per la nostra salute, eppure li mangiamo. Insomma: Se avete dei quesiti, segnalazioni curiose o lamentele, scriveteci. Vi preghiamo di indicare cognome, nome e indirizzo anche se desiderate restare anonimi.

Le lettere di interesse generale verranno pubblicate, spazio permettendo, in questa rubrica. Ecco come contattarci. Giampaolo Ferrini Accogliamo volentieri il contributo del nostro lettore con tanto di sperimentazione "fatta in casa". Lo conferma il fatto che da mesi la questione elettrosmog è al centro del dibattito sui mezzi di informazione.

Perfino due ministri della Repubblica, Veronesi e Bordon, si sono scontrati sull'argomento. Inoltre c'è una legge dello Stato che è stata approvata all'unanimità in parlamento con un solo voto contrario che prescrive limiti rigorosi alla potenza delle emissioni e dei campi. Ora delle due l'una: o la legge non significa nulla e quindi l'intero parlamento italiano è ispirato da qualche oscuro sciamano antimodernista, oppure la legge ha un suo fondamento e sta ad indicare che oltre un certo livello l'elettrosmog è rischioso e quindi bisogna prestare attenzione e seguire alcuni accorgimenti per salvaguardare la salute di noi tutti, consumatori e non.

E qui veniamo al punto: perché l'e-commerce non decolla? E perché le società che vi hanno investito non stanno ottenendo i risultati previsti? Sulla sicurezza la Rete si sta giocando il futuro. Consigliare di dare il numero della propria carta di credito solo ai siti affidabili lascia il tempo che trova. Windows non fa quasi nulla di quello che sarebbe necessario: gestisce malissimo la memoria; non è in grado di rilevare Spyware; non intregra un sistema di crittografia; non è in grado di evitare il pop-up, ha un sistema di password che è una semplice barzelletta.

Non è stato pensato per tutelare la sicurezza e la privacy dell'utente e, per di più, i parametri preimpostati di Explorer sono semplicemente ridicoli per la sicurezza. Dove sta scritto che un utente per operare on line sul proprio conto corrente debba conoscere ed istallare un po' di programmi aggiuntivi per avere un minimo di sicurezza in più?

Ed infine citiamo i tempi di consegna della merce e i costi: perché il pagamento di un conto corrente o dell'abbonamento Rai fatto, su internet, con una procedura automatizzata, notevolmente meno costosa per il gestore, deve costare all'utente 4mila lire?

Alessandro Meta Osservazioni giuste. A nostro avviso è una questione di tempi. Galactica recede dalla Fiat Galactica mi ha appena inviato, questa lettera: Egr.

Cliente, dai dati in nostro possesso abbiamo riscontrato un utilizzo particolare del I suo contratto di accesso Galaflat. Detto utilizzo risulta consono ed appropriato per un collegamento permanente e non per uno commutato dial-up , come il Galaflat. Le rammentiamo.. È quindi nostra volontà, ai sensi dell'art. Questa lettera vale, quindi, come esercizio del diritto di recesso a far tempo dal 7.

Galactica, inoltre, emetterà apposita nota di accredito e procederà al rimborso A parte che se mi ridanno davvero i soldi non è un problema, visto il persistente problema dell'occupato, devo dire che la loro comunicazione è del tutto strampalata, mi devo connettere in anticipo alle 19 rispetto all'uso che ne faccio perché dopo le 21 è impossibile trovare libero, spesso sto connesso tutta la notte ma a quell'ora non danneggio nessuno!

Tra l'altro il famigerato semaforo per controllare le ore di collegamento è spento per manutenzione. Ironico il loro suggerimento ad un collegamento permanente, visto che da Novembre aspetto che la Telecom mi attivi l'Isdn, figuriamoci se ho speranze per una linea permanente.

Per favore mi consigli una tariffa fiat che funzioni davvero se esiste. Andrea Telleschi Ho ricevuto una lettera di disdetta da parte di Galactica sul servizio Galaflat a cui ero abbonato stessa lettera del sig Telleschi. Alessandro Grecucci Anche Netbusiness abbandona la Fiat Non molto tempo fa vi ho spedito un e-mail in cui esprimevo fiducia al mio provider Netbusiness.

Questo soprattutto per le tante promesse fattemi con voce gentile al telefono dal servizio clienti e nonostante i continui disagi che sopportavo, pur pagando un canone mensile fisso e nessuna garanzia di linea libera.

Oggi mi è arrivata comunicazione che Netbusiness dal 1 ' maggio sostituirà completamente le tariffe, eliminando gli abbonamenti Fiat perché ci saranno nuove tariffe concorrenziali.

Solo che a fare un confronto con gli altri provider, tutto mi sembrano meno che tariffe concorrenziali! Basta dare un occhiata a Inwindi Internet tight, che avevo quasi abbandonato ha tariffe e le loro linee sono decisamente più libere e più potenti!

Il testo in sostanza è il seguente: "sono cliente Infostrada per la telefonia fissa con Pronto e successivamente da settembre , ho esercitato una opzione per la connessione a Internet denominata libero sogno. Tale opzione semi-fiat prevede la possibilità di connettersi alla rete pagando un canone mensile pari a lire Tale variazione non viene presentata come una possibilità per il cliente, ma come un obbligo ad adeguarsi alla nuova offerta.

Quindi con la presente chiedo il vostro interessamento al caso per tutelare i diritti dei consumatori che riteniamo lesi. Quindi il punto di vendita deve trovare una sua nuova identità probabilmente nei servizi: assistenza tecnica, formazione, consulenza nella scelta per competere con l'abbassamento dei prezzi che prima o poi ci sarà nelle vendite via internet. Ho acquistato una stampante Hp c. In un articolo a pagina del n.

Ho chiesto al negozio Vobis dove ho comperato la stampante ma mi è stato detto che non la possiede. Vi pregherei di verificare l'esattezza dell'articolo in questione poiché l'accessorio mi sarebbe utile e non riesco a stabilire chi sbaglia.

Nel negozio mi è stato detto che tale accessorio è montato solo sulla Hp o superiore. La prima volta ci hanno detto che non sapevano se il modulo fosse disponibile anche per la La seconda volta ci hanno invece comunicato che "se sul manuale non c'è scritto vuol dire che non è compatibile".

Hp's Two-Sided Printing Accessory allows you to automatically print great- looking two-sided documents while saving time and money. Dunque il modulo è compatibile e Hp Usa lo vende anche per la , mentre per Hp Italia il modulo è solo per Siccome il modulo è venduto separatamente, è dunque possibile acquistarlo ed utilizzarlo sulla , come indicato nel sito americano.

Il codice dell'accessorio è CA-Aba. Se Hp Italia non lo vendesse è possibile ordinarlo sul sito Hp Usa www. Ho letto con molto interesse gli articoli sul servizio Fiat e desidero testimoniare la mia esperienza personale. Avevo un contratto Internet Nostop con Wind, ma a gennaio il servizio è stato sospeso per i possessori di linea Isdn. Poco male, il servizio era molto carente.

Invece grazie ad un vostro articolo, ho contattato Aruba ed ho sottoscritto un contratto Fiat. Il servizio è ad oggi ottimo, e, cosa per me importante, il costo accettabilissimo.

Ho consigliato a parecchi amici Aruba e tutti si dicono soddisfatti. Il servizio offerto da Micanet, invece è del tutto insufficiente. Prendere la linea dalle 18 alle 21 è davvero arduo, anche se il sabato e la domenica va molto meglio. Sono abbonato da circa 2 mesi e ho potuto usare la tariffa Fiat solo per un totale di 36 ore, mi viene detto che al più presto risolveranno i problemi con un potenziamento. Servizio eccellente per Comeg, linea sempre libera, connessione veloce, massima gentilezza e cortesia tempo di risposta ad una mia e-mail, 15 minuti!

Inoltre puntualmente arrivano via e-mail, avvisi che avvertono tempestivamente di eventuali problemi tecnici o attacchi di hackers e quindi di disservizi. Riassumendo questi i miei voti: Planetsec 7, Micanet 5, Comeg Anche la velocità di connessione mi sembra ottima con valori di Vorrei quindi consigliarla a chi usa internet prevalentemente la sera come me.

Castellazzi eleonora. Milano n. La riproduzione totale o parziale dei testi è consentita solo con autorizzazione scritta della casa editrice Prezzo di una copia: lire 9. Reseller Weekly, Ufficio Stile, ivww. Mi i diritti di riproduzione in qualsiasi forma, compresa la messa in che non siano ss press a mente per ini persona i d Bti die.

Where Can I Order Generic Viagra

SODO riservati. Per qualsiasi utilizzo che non sia individuale è necessaria l'autorizzazione scritta da parte di Agepe srl Responsabile del trattili miri. L'editore, titolare del trattamento, ai soggetti interessali i diritti di cui all'art. Associala all'USPI. Su Internet dirige il sito Jura www. Se desiderate sottoporgli un quesito mandate un I messaggio all'indirizzo: awocato pcopen.

Si tratta del fenomeno noto come spam: la posta indesiderata o comunque non richiesta. Ma come fanno gli spammer ad avere gli indirizzi di posta elettronica degli utenti di internet? Usano dei software, definibili genericamente come grabber, applicativi che scandagliano la Rete alla ricerca di pagine html che contengano indirizzi di posta elettronica. Semplicemente, cercano stringhe che contengono il carattere , la "chiocciolina" tipica della posta elettronica.

Parallelamente, scandagliano i newsgroup, per carpire gli indirizzi di tutti quelli che vi scrivono. Trappole anti-spamming Per difendersi da questi software, alcuni utenti scrivono nei newsgroup mettendo prefissi o suffissi, del tipo "antispam" o "nospam" nei loro indirizzi che, in questo modo, diventano ad es. Ma anche questo stratagemma non funziona, perché sono stati sviluppati ulteriori tipi di grabber che contengono una lista di prefissi o suffissi tipo "anti grabber" e, nel prendere gli indirizzi, li rimuovono nel nostro esempio, prendono mario.

Oggigiorno, dunque, chi manda sul web una pagina contenente il proprio indirizzo, ma soprattutto chi spedisce un messaggio ad un newsgroup, inesorabilmente si ritrova il giorno dopo almeno tre o quattro messaggi "indesiderati".

scaricare bearshare

L'unica soluzione definitiva, un po' gordiana in verità, è scrivere nei newsgroup con un indirizzo inesistente, ma poi bisogna ricollegarsi al newsgroup per leggere le eventuali risposte e comunque si perdono tutte quelle di coloro che avrebbero preferito rispondere in privato.

Ma non è finita qui. Allo spamming tradizionale, infatti, bisogna aggiungere un nuovo tipo, molto peggiore, di posta indesiderata o non richiesta: i virus che si propagano via posta elettronica.

Anche molti virus, infatti, sono specializzati nel carpire indirizzi di posta elettronica: uno di questi, w Cosa dice la legge A questo punto, è lecito domandarsi come ci si possa difendere da questi pericoli e che cosa dica la legge in materia? Ovviamente fare spamming è vietato.

Rivolgiamoci all'autority Per questi motivi, è stata sempre auspicata la creazione o comunque l'uso di un'autority, un'agenzia specializzata, facente parte del mondo internet, in grado di intervenire direttamente contro i responsabili, senza dover necessariamente instaurare, da parte del singolo privato colpito, una causa civile o penale.

Tale compito, nel nostro paese, è stato assegnato alle Naming e Registration Autority Italiane www. L'inclusione delle intestazioni è fondamentale perché consente all'autority di ricostruire il percorso completo del messaggio e quindi di identificare lo spammer. A questo punto, bisogna tornare al messaggio indesiderato, copiarne il contenuto e inserirlo nel nuovo messaggio, nel frattempo lasciato aperto, indirizzato all'autority.

Una volta copiato anche il contenuto, il messaggio potrà essere spedito. La denuncia di spam inviata in questo modo verrà pubblicata anche in una mailing list i cui archivi sono consultabili pubblicamente all'indirizzo www. Questi archivi sono anche divertenti da consultare perché vi si riportano molti casi di spam e chi è interessato ad approfondire il fenomeno farebbe bene a darci un'occhiata. In ogni caso la chiave sta nel sapere bene quali sono le nostre esigenze e nel seguire alcuni accorgimenti per usare al meglio gli strumenti abituali della Rete: portali, motori di ricerca e newsgroup li Elena Franco e Tiziano Solignani In pochi mesi dallo scorso di- cembre quando facemmo un viaggio approfondito nell'of- ferta degli Internet provider ad accesso gratuito molto è cambia- to.

Innazitutto sono successe due cose: nei primi mesi si è giunti ad una certa uguaglianza tra i vari in- ternet provider. Ma subito dopo da inizio anno in avanti si è as- sistito dal lato utenti alla ricerca di soluzioni atte a ridurre i costi telefonici visto che l'accesso era gratis ma non il costo di collega- mento.

Dal lato dell'offerta invece si è cercato di recuperare ricavi proprio nella stessa direzione sfruttando novità tecnologiche Adsl, fibra ottica e puntando su abbonamenti forfettari tutto com- preso a certi orari e per certi giorni: vedi Fiat. Questi abbona- menti significano pagamenti anti- cipati con cui finanziare l'adegua- mento delle strutture alla rapida crescita della domanda di acces- so e di collegamento veloce.

La scelta del provider a cui affi- darsi, quindi non dipende più sol- tanto da valori come la velocità di connessione ormai pressoché identica in dipendenza dal tipo di abbonamento , ma dipende nella maggior parte dei casi dal tipo di abbonamento e connessione. Per quanto riguarda i provider che forniscono abbonamenti dial-up ovvero sfruttando il clas- sico modem e la classica linea te- lefonica , si è giunti a situazioni più o meno identiche per tutti. Riuscire a mantenere una media superiore è molto difficile, se si esclude il fatto di collegarsi durante la notte, quando gli uti- lizzatori di Internet collegati so- no la minoranza.

Offerte molto simili tra loro Si è giunti a questa parità di prestazioni molto probabilmente grazie alla crescita quasi espo- nenziale del numero degli utenti Internet, favorita dal grandissimo calo di prezzi degli abbonamenti a provider, che ha portato tanta gente ad esplorare la Rete, appro- fittando del favorevole momento economico.

Il problema dell'u- tente medio è quindi cambiato durante l'ultimo anno, per passa- re da un semplice problema di "quale provider scegliere" ad un differente problema: "come fare ad avere la certezza di poter uti- lizzare internet al meglio per le mie necessità". L'anno scorso la domanda che l'utente medio si poneva era che differenza c'è tra un Isp Internet service provider a pagamento e uno gratuito?

Se volessi orientar- mi verso un Isp gratuito, quale sa- rebbe meglio? Adesso la domanda dell'uten- te medio è diversa: "dato l'utiliz- zo che faccio di internet, è meglio un abbonamento standard, un abbonamento Isdn digitale a 64 K , un'abbonamento Fiat pagan- do l'abbonamento ma non le chiamate al provider, su numero verde , una connessione perma- nente utilizzando Adsl Asyncro- nous digitai subscriber line o Fa- stweb disponibile solo a Mila- no , oppure un abbinamento sa- tellitare come quello di Netsy- stem?

Purtroppo l'utente medio non sempre è in grado di operare una selezione in base alle diverse of- ferte, un po' perchè le stesse of- ferte non sono sempre chiare, un po' perchè non sempre l'utente è in grado di fare un preventivo si- curo sugli eventuali costi che un tipo di connessione potrebbe avere non tutti sono a conoscen- za della quantità di dati che scari- cano da internet a priori, come non tutti sono a conoscenza, sempre a priori, di quanto tempo potranno passare connessi ogni giorno.

Purtroppo questo dipende an- che dalle campagne pubblicitarie dei vari provider, che propongo- no ad esempio connessioni tra- mite numero verde esempi: Ga- lactica e Edisons. L'utente sa che la chiamata a numero verde è gratuita e senza scatto alla rispo- sta, e pensa di ottenere un gran risparmio sulla bolletta. Queste differenze di prezzo so- no indice anche di un diverso ser- vizio, con diverse garanzie e con un diverso tipo di assistenza tecni- ca il numero di telefono dell'assi- stenza in certi casi è diverso, pur appartenendo allo stesso Isp.

Una piccola deduzione Una volta esplorato questo pa- norama, siamo quindi in grado di stabilire che le prestazioni della connessione che sceglieremo non dipenderanno tanto dal pro- vider scelto, quanto dal tipo stes- so di connessione e di abbona- mento. È infatti inutile fornita dal provider che investire in una connessione scegliamo. Ad esempio, la Adsl quando si pensa di rete Fastweb è attiva solo utilizzare internet solo per nella zona di Milano, mentre la lettura della posta o per la connessione tramite Adsl chattare.

È anche inutile è attiva quasi solo in città di avvalersi di un abbonamento grandi o medie dimensioni, con connessione tramite quindi non attiva in piccoli numero verde quando si pensa paesi e in provincia.

In caso i In caso di necessità di dati siano pochi, è infatti inutile condividere la connessione avvalersi di una connessione a tra più computer in casa, è banda larga quali satellite, opportuno comunicare il fatto fastweb o Adsl, che hanno al provider; consultando anche costi decisamente elevati.

Download Koyote Free Video Converter

È anche importante il chiedere consigli ad amici, conoscenti o II prezzo in caso di abbonamenti gruppi di discussione, se non a pagamento o di connessioni altro per evitare Isp con problemi a banda larga non deve noti, almeno nella nostra città. La connessione è diretta se tramite router, quindi effetti- vamente connesso in modo permanente, altrimenti il colle- te connessioni base via Adsl richiedono l'uso di un modem apposito da collegare al proprio computer gamento è tramite un modem.

Le principali differenze tra questi diversi tipi di accesso ri- guardano la velocità di connes- sione e di download. Pstn: il vecchio standard L'abbonamento Pstn è quello a cui siamo abituati da anni, con connessione tramite nor- male linea telefonica. Questo tipo di abbo- namento è tutt'ora il più diffuso insieme all'Isdn , dal momento che non richiede installazione di nessun apparecchio o linea aggiuntiva, ma richiede solo la presenza di una linea telefonica funzionante.

È indicato soprattutto per chi si collega non con eccessiva frequenza e solo per scaricare basse quantità di dati ad esem- pio posta e news. Per chi a questo unisce la ne- cessità di stare collegato tanto tempo è consigliabile la scelta di una tariffa Fiat, che consente il collegamento tramite numero verde, rendendo fisso quindi il prezzo totale per la connessio- ne, indipendentemente da quan- to tempo si passa effettivamente connessi.

Isdn: meglio se raddoppia La connessione Isdn richiede la conversione della propria li- nea telefonica da normale a digi- tale, e l'installazione di un'appa- recchio la cosiddetta borchia dotato di due prese telefoniche standard e due Isdn.

Una linea Isdn consente più o meno di avere due linee telefo- niche distinte, con uno o due numeri di telefono. Una connessione ad Internet tramite Isdn consente non solo l'utilizzo di una linea digitale a! Un modem costa poco e tutta Italia. Consente di alta velocità sia per la libero nel prezzo è Costo di connessione ad con free internet il avere il telefono libero navigazione che per il compreso un certo volume internet nullo.

Soluzione collegamento ad un durante la connessione. Il telefono resta di traffico telefonico. Le prestazioni per raddoppiare la velocità fronte di volumi di lavoro tempo. Adsl per ora è quando il traffico sarà collegamento terrestre. Dare un nome significativo allo connessione ci permette di identificarla rapidamente quando si rende necessario Inserite il numero comprensivo di prefisso all'interno della casella dedicata al numero, lasciando la casella del prefisso in bianco [ La configurazione di una nuova connessione è una procedura molto veloce C33 MS.

Per rivedere i parametri della connessione è sufficiente fare click con il tasto destro del mouse su di essa e selezionare Proprietà stro Isp informatevi in merito. Adsl: la tecnologia emergente Adsl è una tecnologia relati- vamente nuova in Italia esi- ste da poco più di un anno , e consente una velocità di con- nessione parecchio elevata Kbps in entrata, 10 volte una normale connessione Isdn, e Kbps in uscita. Una con- nessione Adsl ha inoltre il van- taggio di non avere costi ag- giuntivi in base al tempo passa- to collegati la connessione è permanente.

La soluzione Adsl è dunque indicata soprattutto per azien- de dove ci sono più persone che accedono alla Rete in con- temporanea o a privati che fan- no un largo uso di internet, spe- cie per il download di file di grosse dimensioni. Il fatto di ri- sultare sempre connessi inoltre permette di dimenticarsi di av- viare la connessione, avendo sempre a propria disposizione le immense risorse di Internet. Se controllando la vostra bol- letta scoprite che è superiore alle lOOmila lire al mese per in- ternet, pensate seriamente al passaggio ad Adsl, controllan- do prima che la vostra zona sia coperta dal servizio.

Fastweb: la banda più larga del mercato Fastweb è disponibile per ora solo nell'area di Milano. Ha il vantaggio di consentire chiama- te telefoniche gratuite tra abbo- nati e la possibilità, sfruttando sempre la stessa linea, di vedere anche la televisione.

Purtroppo non forniscono la possibilità di avere indirizzi Ip pubblici visi- bili da internet , quindi in caso scegliate di abbonarvi a Fa- stweb non potrete almeno per adesso installare sul vostro computer qualcosa che deside- riate sia visibile da internet. Fastweb è molto utile per chi necessita di scaricare grosse quantità di dati, file o filmati da internet, senza attese e a velo- cità elevate. Per quanto riguar- da il collegamento verso del te- Un Hub è lo strumento per collegare tra loro più computer in una rete locale Lan levisore vai la pena di aggiunge- re alcune considerazioni.

Anche Microsoft dovrebbe dire la sua con la sua proposta consumer. Satellite: va bene per il download e per i canali Tv La connessione tramite satel- lite necessita solo dell'installa- zione di una parabola come quelle di Telepiù e Stream e di una scheda all'interno del pro- prio computer quella di Netsy- stem costa mila lire , più MB di spazio libero sul pro- prio hard disk per il download dei siti web che si desidera vi- sualizzare.

Non consente l'invio di informazioni se non utilizzan- do un altro abbonamento inter- net, quindi è destinata a chi de- sidera scaricare con comodo in genere la notte e senza es- sere davanti al computer gros- se quantità di dati.

Netsystem registra la richie- sta e invia direttamente al com- puter dell'abbonato i file richie- sti per questo sono necessari MB liberi sul disco fisso. Salvo i siti replicati presso il sito internet del provider, non v'è un reale vantaggio a naviga- re usando un collegamento sa- tellite perchè in ogni caso i mes- saggi in uscita dal vostro com- puter usano le linee terrestri. Non solo ma poiché l'abbonamento ha in genere la durata di un an- no salvo promozioni e offerte speciali , diventa importante an- che improvvisarci preveggenti per cercare di intuire come po- trebbe variare il nostro utilizzo di internet durante il periodo dell'abbonamento.

Vediamo dunque di distin- guere due approcci diversi alla tipologia di abbonamento: l'u- tente esperto velocità e qua- lità ad ogni costo e il neofita o comunque chi ha bisogni limi- tati.

Velocità e qualità ad ogni costo Dal momento che abbiamo la necessità di una connessione stabile e permanente, abbiamo deciso di orientarci verso Adsl. Contattando i vari provider fornitori di questo tipo di acces- so, abbiamo scoperto che esi- stono diversi tipi di abbona- mento Adsl. Per quanto riguarda la con- nessione Utente singolo le sue caratteristiche sono le seguenti: 1. Viene fornito un modem Adsl da collegare al proprio compu- ter e già configurato dall'lsp.

Il contratto vieta esplicita- mente la condivisione dell'ac- cesso ad internet, quindi se de- cidessimo di comprare un altro computer per casa nostra, e de- cidessimo di sfruttare il nostro abbonamento Adsl, saremmo in violazione del contratto. Notate che si riesce comun- que a condividere la connessio- ne, ma è sempre meglio rispet- tare i contratti.

La banda minima garantita è pari a 20 Kbps circa varia a se- conda del fornitore , quindi cir- ca 2,5 KB kilobyte al secondo. Per chi desiderasse invece collegare alla propria rete casa- linga più computer, c'è la possi- blità di avere un abbonamento appositamente pensato per questo caso non tutti gli Isp fanno queste differenziazioni, è sempre opportuno informarsi. Le restanti differenze tra le due versioni di Adsl fin'ora pre- sentate sono quasi solo contrat- tuali, permettendo la seconda la condivisione dell'accesso ad in- ternet.

È anche per questo motivo che sono pochi gli Isp che diffe- renziano i due abbonamenti. Gli abbonamenti dedicati ad aziende fanno parte di un di- scorso completamente diverso. Per poter effettuare un simile abbonamento è necessario il possesso di una partita Iva, e i costi sono piuttosto elevati.

Essendo dedicato alle azien- de, questo tipo di abbonamento consente sempre la condivisio- ne dell'accesso ad internet e l'assistenza tecnica è decisa- mente migliore. Per chi si affaccia la prima volta su internet Chi avesse già una lunga esperienza in rete probabilmen- te saprebbe già cosa scegliere, dal momento che avrebbe già avuto modo di valutare l'utiliz- zo che fa della rete.

Chi invece conosce poco In- ternet, potrebbe trovarsi spae- sato e indeciso, non sapendo bene cosa scegliere. Il motivo è semplice: l'utente casalingo che si collega rara- mente solo per la lettura della posta utilizzo di Internet nor- male per chi conosce poco in- ternet non sfrutterebbe appie- no la capacità di una linea Adsl. Il consiglio sarebbe quindi quello di scegliere un abbona- mento gratuito vedi riquadro Aspetti particolari degli abbona- menti , almeno come inizio.

Prevedere i nostri bisogni Avendo scelto un abbona- mento standard Pstn o Isdn gratuito ma con tariffa telefoni- ca a carico nostro, potremmo un giorno scoprire che siamo molto attratti dalle chat, da gruppi di discussione o da siti di informazione.

La durata delle nostre con- nessioni aumenterebbe, portan- doci molto probabilmente a spendere ben più di mezzo mi- lione all'anno per le connessioni internet. In questo caso ci sa- rebbe convenuta una tariffa Fiat, con la quale potremmo sta- re collegati tutto il tempo desi- derato, senza dover tenere sot- to controllo il conta scatti.

In questa situazione è possi- bile cambiare idea, dal momen- to che dovremmo solo effettua- re un nuovo abbonamento Fiat a pagamento, ma l'abbonamen- to che abbandoneremo era gra- tuito, quindi poco male. Potrebbe anche verificarsi la situazione inversa, abbiamo op- tato per la Fiat certi che passe- remo molto tempo a chiacchie- rare con gli amici, poi scopria- mo che non abbiamo abbastan- za tempo e le nostre connessio- ni non superano mai la durata di un'ora al giorno e sono sempre serali.

Ovviamente in questo caso avremmo perso i soldi spesi per l'abbonamento Fiat, quindi è poco conveniente cambiare ab- bonamento per passare a uno gratuito con chiamate a paga- mento.

Quindi l'anno prossimo, prima di rinnovare l'abbona- mento, sarà necessario pensare attentamente prima di ripetere l'errore e spendere soldi inutil- mente. L'assistenza tecnica funziona? Pc Open si è occupata spesso di questo servizio e anche se non bisogna generalizzare, si deve riconoscere che almeno in questa fase di grande sviluppo del mercato le lamentele da parte di voi lettori non mancano.

Le principali critiche riguardano due aspetti: 1 il numero di telefono è spesso occupato, 2 quando è libero si attende molto tempo prima di avere una risposta, 3 non sempre chi risponde è competente in modo adeguato. Accade infatti che i numeri messi a disposizione dei clienti solo raramente sono funzionanti in modo efficiente. Fin troppo spesso troviamo occupato o siamo costretti a lunghe attese in compagnia di una noiosa musichetta tanto più irritante perchè vorrebbe essere rassicurante e tranquillizzante mentre invece ci fa solo innervosire ulteriormente.

Il motivo è che, come ci viene ripetuto più volte, gli "operatori sono occupati". Infatti se abbiamo un abbonamento a pagamento di tipo professionale, sarà molto più facile trovare la linea libera e un operatore competente. In essi si possono trovare soluzioni pratiche già approntate da altri utenti cosi come la possibilità di fare azioni congiunte in caso di comportamenti palesemente scorretti.

Il primo è senza dubbio il costo nullo dell'abbonamento. Saremmo sempre in grado di cambiare idea e "mollare" il provider scelto per orientarci verso diverse tipologie di abbonamento, senza per questo avere mai la sensazione di aver sprecato i nostri preziosi soldi.

Gli abbonamenti gratuiti sono tutti attivabili on-line oppure con il semplice utilizzo di un ed, che ci eviterà anche la fatica di dover configurare la connessione. Putroppo un solo abbonamento gratuito raramente è sufficiente. Alcuni Isp potrebbero avere dei problemi momentanei che impediscono agli utenti una navigazione soddisfacente. Approfittando quindi del costo nullo dell'abbonamento, l'utente potrebbe utilizzare un Isp come "principale" e tenersi altri due abbonamenti di scorta da utilizzare quando il principale fosse inutilizzabile.

Questo dipende anche dal numero di abbonati in quella città; più sono numerosi gli abbonati, più è facile trovare il nodo di connessione "intasato" e ricevere come risposta un segnale di linea occupata.

Talvolta vale la pena riprovare immediatamente senza quindi aspettare che Windows ricomponga il numero automaticamente ma forzando la ricomposizione a mano , ma non sempre la cosa ha successo.

Per effettuare una buona valutazione, è sempre una valida regola la lettura del contratto che accetteremmo una volta sottoscritto l'abbonamento. Trattandosi di abbonamenti gratuiti, difficilmente ci verrà garantito qualcosa e difficilmente potremmo lamentarci in caso di linee occupate, ma dal contratto saremmo sempre in grado di valutare la serietà del provider a cui stiamo per affidarci.

Un altro termine di valutazione per Isp con abbonamento gratuito sono i servizi aggiuntivi. Un esempio potrebbe essere lo spazio web che ci viene messo a disposizione. Avere un sito internet è ormai molto importante, dal momento che ci rende visibili a tutto il mondo.

Molte persone scelgono invece di pubblicare le proprie raccolte fotografiche, per farsi conoscere meglio dagli amici conosciuti in Rete, senza dover essere costretti a inviare il materiale di persona. Abbonamenti con numero verde Un caso in cui la lettura del contratto è invece davvero fondamentale è quando ci vogliamo abbonare a Isp che permettono la connessione tramite numero verde.

Dal momento che l'abbonamento si paga, è bene prestare molta attenzione a cosa stiamo per accettare. Purtroppo quasi nessun Isp ci dà la possibilità di effettuare un abbonamento e rescinderlo prima della scadenza, e gli abbonamenti hanno durata annuale, costringendoci quindi quasi sempre a corrispondere al provider l'intera cifra, anche se non siamo soddisfatti del servizio. In caso di servizio soddisfacente, nulla di male, in caso invece che il servizio non sia soddisfacente, saremmo obbligati a pagare l'intera cifra annuale pur se non abbiamo intenzione di utilizzare l'abbonamento.

Come scoprire eventuali problemi prima di incontrarli Ovviamente sarebbe bello essere preveggenti, e sapere in anticipo se avremmo o meno problemi.

Non si tratta di preveggenza, ma c'è un modo per scoprire eventuali "magagne" di un Isp prima di abbonarsi e quindi prima di incontrare i problemi in prima persona. Il metodo più rapido è lo "sfruttare" le nostre amicizie, chiedendo a chiunque conosciamo e abbia una connessione internet a quale provider sia abbonato e come ci si trovi.

Un modo per approfondire ulteriormente la questione è invece quello di chiedere in gruppi di discussione pubblici facendosi illustrare le varie situazioni da altre persone.

I due gruppi di discussione dedicati ai provider sono it. II primo riguarda solo i disservizi, mentre il secondo tratta dell'argomento in modo più ampio. Questi gruppi sono raggiungibili via web sfruttando il portale www. Quando inviamo una domanda, è sempre bene impostare un oggetto del messaggio abbastanza chiaro, ad esempio citando esplicitamente la nostra città e l'Isp che vogliamo scegliere. Gli altri frequentatori del gruppo, alcuni dei quali decisamente esperti, saranno senza dubbio in grado di consigliarci al meglio.

Questo è molto comodo, senza dubbio, ma purtroppo sembra che in questo modo sia possibile settare una sola connessione. Sembra infatti che questi programmi possano cancellare i settaggi relativi ad altre connessioni, rendendo quindi possibile utilizzare un solo abbonamento.

Per questo è sempre meglio essere in grado di impostare la connessione ad internet a mano, passo passo, impostando di persona tutti i parametri necessari. Aprire le Risorse del computer e quindi la cartella Accesso remoto Per creare una nuova connessione, cliccare sull'apposita icona. È importante a questo punto, dare un nome significativo alla connessione, specie in caso si pensi di utilizzarne più di una una come principale e una come connessione di riserva, ad esempio.

Come secondo passo è necessario impostare il numero da chiamare, facendo attenzione al fatto che il prefisso in Italia è sempre necessario quindi inserire il numero comprensivo di prefisso nella casella del numero, lasciando in bianco la casella del prefisso. La connessione è ora creata, al primo avvio chiederà di digitare Afonie utente e Password, e sarà possibile indicare al computer di conservare questi dati in memoria, per poter effettuare la connessione automaticamente.

Salvo diverse indicazioni del vostro provider, le proprietà della connessione vanno lasciate cosi come sono, senza intervenire con ulteriori modifiche. Da queste poche righe di spiegazione si capisce che quindi è meglio non utilizzare eventuali ed rom per la creazione automatica della connessione, visti anche i rischi di danni alle precedenti configurazioni.

Ecco come convivere felicemente con la Rete I nternet è uno strumento dal- le enormi potenzialità, ma di- venta sempre più difficile accedervi o trovare informazio- ni utili. Nella prima metà degli anni '90, quando internet ha ini- ziato ad avere una diffusione di massa in Italia, gli accessi erano a disposizione principalmente nelle città, con esclusione della provincia. Oggi gli accessi a in- ternet sono a disposizione an- che come gratuiti ed addirittura in qualche caso ripagano in par- te percentuale il costo delle chiamate.

Queste iniziative hanno con- tribuito grandemente allo svi- luppo e alla diffusione della Re- te, ma non sempre hanno fun- zionato a dovere. In sostanza, la concessione dell'accesso gra- tuito a internet si basa sullo scambio del servizio contro i dati personali, che vengono poi usati per finalità commerciali.

Addirittura c'è chi pensa che la fase degli accessi gratuiti stia terminando e che sia servita so- lo per far diffondere la rete presso persone le quali poi, una volta conosciuto ed apprezzato il servizio, tornerebbero ad un accesso a pagamento. La Rete cresce e peggiora Ad ogni modo, una volta che si è entrati in Rete e che in qual- che modo ci si riesce a stare si pone il problema di come usare al meglio i suoi servizi.

E qui ini- ziano le note dolenti. Principal- mente, infatti, internet serve per cercare informazioni e co- municare, due cose che spesso si intrecciano tra di loro.

Per quanto riguarda la ricer- ca di informazioni, bisogna dire che non è sempre facile, specie per chi è da poco arrivato in in- ternet, trovare quel che si cer- ca, anzi oggi è diventato più dif- ficile che in passato e addirittu- ra tutto lascia presagire che le cose non possano, per il futuro, che peggiorare.

La guerra fra i portali Un primo strumento conce- pito per facilitare il reperimen- to delle informazioni avrebbe dovuto essere il "portale", cioè un sito costruito ad hoc, desti- nato appunto a raccogliere ed esporre, in modo ordinato ed organico, le informazioni relati- ve ad un certo argomento o ad- dirittura a più argomenti. Se- nonché, fra i portali si è aperta una guerra al numero di acces- si, direttamente influenzata dal- la quotazione in borsa delle so- cietà che li ge- stiscono.

In- fatti, queste spesso offro- no anche gli accessi gra- tuiti, e quindi vogliono regi- strare un nu- mero sempre maggiore di "contatti" sul- le proprie pa- gine, per ac- caparrarsi in- troiti pubbli- citari e far sa- lire la quota-. In questo contesto, gli unici portali che possono continua- re ad avere un senso, posso- no essere quelli molto spe- cialistici, dedicati ad un ar- gomento molto circoscrit- to, ma soprattutto costan- temente curati e aggiorna- ti.

PORTALI PROVIDER Se il motore perde colpi Il motore è un sito che con- sente di cercare, per stringhe cioè per parole chiave, il conte- nuto, più o meno, di tutte le pa- gine web pubblicate su inter- net, ma anche, come si vedrà, ulteriori documenti quali archi- vi di newsgroup o di mailing li- st. Tra i più famosi motori, ri- cordiamo www. Si tratta di un motore molto semplice, ma che allora consentiva quasi sempre di trovare quel che si stava cercando.

Ma c'è anche un problema di quantità delle pagine. L'aspetto più scoraggiante infatti è che, quando si fa una ricerca di informazioni su un certo argo- mento e su dieci pagine restitui- te dal motore di ricerca, otto o nove sono pagine commerciali di aziende che hanno aperto un sito sul web per vendere pro- dotti che hanno in qualche mo- do a che fare con quel tema, ma le cui pagine non contengono informazioni sullo stesso.

Facciamo un esempio per comprendere meglio i termini del problema. Poniamo che sia- te interessati ad acquistare un particolare modello di moto e, prima di scegliere, vogliate informarvi cercando in Rete commenti di altri proprietari, prove su strada contenute negli archivi di qualche rivista e simi- li.

Se aveste fatto la ricerca dieci anni fa, avreste trovato poche pagine ma di queste, una o due avrebbero contenuto informa- zioni utili. Si tratta di una conseguenza della progressiva "commercia- lizzazione" di internet che da strumento di una comunità di studiosi o appassionati è stato scoperto dalle aziende che han- no pensato di sfruttarlo per i lo- ro scopi commerciali.

In questo fenomeno non c'è nulla di nega- tivo, anzi ben venga ogni cosa che possa contribuire allo svi- luppo dell'economia, ma si sa- rebbero dovute individuare modalità per preservare l'a- spetto tradizionale di internet e consentirgli di vivere indistur- bata accanto alle nuove realtà commerciali.

Una ricerca intelligente Uno di questi modi avrebbe potuto essere il riservare i suf- fissi di dominio, come. La cosa non ha funzionato, tanto che oggi si trovano siti commerciali che terminano con.

Una volta scelto il motore "di fiducia", meglio de- dicarvi qualche ora per capire bene come funziona, consultan- do e stampando le pagine della guida on line, per poi fare qual- che prova di ricerca usando i vari operatori e cambiando gli stessi nonché le parole chiave.

Al di là di come viene impostata la ricerca, molto dipende anche da come funziona il motore stesso, sia nel restituire le infor- mazioni, sia nel cercarle. I mo- tori, infatti, non cercano in tutta la Rete nel momento in cui un qualsiasi utente vi si collega, cosa che richiederebbe setti- mane o mesi solo per aprire tut- te le pagine.

I motori usano de- gli agenti intelligenti, detti de- moni, che in continuazione van- no a zonzo per la Rete, ne esplo- rano le pagine e le indicizzano, cioè le sintetizzano, mettendole a disposizione del motore. In questo modo, in realtà la ricer- ca si a solo sulle pagine indiciz- zate contenute nel motore stes- so. Questo motore, che si presenta grafica- mente in modo assai spartano vedi la figura 1 , dispone addi- v.

File sharing

Inol- tre è mediamente più efficace di altri siti nel recuperare le infor- mazioni che interessano e nel- l'interpretare le richieste, cosa che rimane fondamentale per- ché è presumibile che pochi siano disposti o comunque in grado di imparare la fine arte della ricerca su internet. Google ha anche funzioni di ricerca avanzata vedi figura 2 ed è possibile usarlo anche per cercare pagine contenute in un determinato sito o dominio o vedere tutte le pagine che linka- no un certo sito oppure fare una ricerca per similitudine, co- sa che vale sempre la pena di provare quando non si sa bene come impostare una ricerca.

I gruppi di discussione Un'altra fondamentale e ric- chissima fonte di informazione su internet sono i gruppi di di- scussione, ossia comunità di utenti che vivono in luoghi geo- graficamente distanti ma che dialogano tra di loro mediante i servizi di Rete sugli argomenti di loro interesse.

I newsgroup sono pertinenti alla rete usenet, una rete "paral- lela" a internet, e sono organiz- zati in forma gerarchica, spesso per argomenti. I newsgroup di origine statunitense hanno dei prefissi che li distinguono per categorie di argomenti, come ad esempio comp. Quelli italiani, in- vece, hanno tutti lo stesso pre- fisso it. Per leggere i newsgroup oc- corre un client apposito, distin- to da quello di posta elettroni- ca, anche se in qualche caso è integrato al suo interno, come nel caso di Outlook Express.

In questo modo si potrà imparare a conoscerlo ed usarlo nel modo migliore. Anche in questo caso aprire tutti i link in pagine separate. Inserire i link che sembrano importanti nei bookmark o preferiti. Un altro modo per ottene- re un elenco abbastanza completo dei newsgroup, per poi consultarli, è quello di collegarsi ad una sorta di portale italia- no dei newsgroup: Mail- gate www.

Tramite questo sito è possibile vedere innanzi- tutto quali newsgroup esistono in italiano, ma anche consultare gli ultimi messaggi immessi in ognuno di essi e postare nuovi messaggi vedi la figura 3.

An- zi, Mailgate funziona proprio da gateway tra il mondo della po- sta elettronica e i newsgroup in- ternet: per spedire, ad esempio, un messaggio al newsgroup it. Inoltre, è possibile impo- stare alcune parole chiave in modo da ricevere tutti gli arti- coli messaggi postati in un de- terminato newsgroup che con- tengono tali parole. Esistono infatti siti che mantengono de- gli archivi di tutto quello che viene postato nei principali newsgroup e che consentono di effettuare ricerche, anche avan- zate, all'interno degli stessi.

Si tratta di uno strumen- to la cui potenza non è assoluta- mente da sottovalutare. Basti pensare che spesso, quando un utente di internet ha un problema, solitamente lega- to alla configurazione di un software o all'hardware, si rivol- ge ai newsgroup per chiedere aiuto a quanti, magari, prima di lui si sono trovati nella stessa situa- zione, ottenendone solitamente una ri- sposta.

La stessa Microsoft ha creato apposite gerarchie di news group, frequentati dai suoi sviluppato- ri, dove vengono scambiati consigli sulle varie applica- zioni. Più UpdateStar Premium Edition UpdateStar è il programma che ti permette di rimanere aggiornati con tutto il software personale che si utilizza sul tuo computer. Più BearShare MP3 6. Bearshare MP3 è un'applicazione di condivisione di file in esecuzione sulla più grande rete P2P di sempre.

Il programma consente di scaricare file MP3 e WMA, film, immagini e documenti - tutti i tipi di musica e file multimediali digitali. Più Apple Software Update 2. Apple Software Update è uno strumento software di Apple che consente di installare la versione più recente del software Apple.

È stato originariamente introdotto per gli utenti Mac, Mac OS 9. Più iTunes Un lettore audio per riprodurre e organizzare file musicali digitali. Acquistare musica, film, spettacoli televisivi e audiolibri, o scaricare podcast gratuiti da iTunes Store 24 ore al giorno, 7 giorni alla settimana.

Più aTube Catcher 3. Supporta un centinaio di portali specializzati. Più Spotify 1. Spotify è un nuovo modo di godere della musica. Basta scaricare e installare, prima di sapere che voi sarete cantando insieme al genere, artista o canzone di vostra scelta. Con Spotify che non siete mai lontani dalla canzone che desideri.