Skip to content

FRIV-4.INFO

Non è mai stato così facile cercare file popolari. Qui puoi trovare film e musica assolutamente gratuiti

SCARICA RABBIA REPRESSA


    Contents
  1. Lavorare la Rabbia con l'Integrazione Fasciale - Integrazione Fasciale Associazione Professionale
  2. Come gestire la rabbia repressa in noi stessi
  3. Rabbia espressa e repressa: conseguenze ed indicazioni per gestirla
  4. Riconoscere ed esprimere la rabbia

Rabbia Repressa: in questo articolo spiego cos'è, come si manifesta, quali sono le cause e soprattutto come poterla sfogare e gestire. come gestire la rabbia repressa. Fare uscire l'energia dalla bocca è un buon punto di. Come eliminare per sempre la rabbia repressa che ti porti dentro e tornare a vivere con serenità la tua vita nel giro di poche ore. La rabbia repressa si ritorce contro noi stessi con attacchi depressivi o della pressione sanguigna,; scarica di adrenalina e noradrenalina. Al contrario di quanto si crede sfogare la rabbia repressa fa bene, non solo non è alle quali si va in contro se non si impara come gestire e scaricare la rabbia.

Nome: rabbia repressa
Formato:Fichier D’archive
Sistemi operativi: iOS. Windows XP/7/10. MacOS. Android.
Licenza:Gratis!
Dimensione del file:24.78 MB

Collera e rabbia sono reazioni primordiali emotive, intense, primarie, universali, presenti in tutti gli animali superiori. In definitiva si prova rabbia, ma si agisce in modo collerico. La collera e la rabbia sono pertanto meccanismi di protezione che ci segnalano che c'è qualcosa che non va nel rapporto con gli altri.

Ci mettono a conoscenza del fatto che qualcuno ci sta facendo del male, che i nostri diritti sono stati violati, che i nostri bisogni e i nostri desideri non sono stati soddisfatti. Durante tutto il tempo della reazione emotiva sono stimolate le ghiandole che portano alla produzione degli ormoni adrenalinici e noradrenalinici.

Questi ormoni, a loro volta, provocano un aumento della pressione arteriosa e della frequenza cardiaca. Le manifestazioni esterne sono eclatanti: il viso, a volte rosso, altre volte chiaramente paonazzo, è sconvolto dalla tipica espressione di rabbia.

Gli occhi iniettati di sangue comunicano a chi ci sta di fronte come nemico, biasimo e repressione, e gli fanno capire che siamo pronti ad attaccare. Ma se questo non fosse possibile, gli stessi ormoni preparano i muscoli degli arti inferiori ad una fuga precipitosa.

Ma i miti e le fiabe insegnano che il demone della rabbia è anche una forza sovrapersonale, che non dipende solo dal proprio vissuto individuale.

Lavorare la Rabbia con l'Integrazione Fasciale - Integrazione Fasciale Associazione Professionale

Arrabbiarsi è divino, ed è animale, ma gli umani possono confrontarsi con la rabbia in modo differente, ovvero, entro certe condizioni di conoscenza, possono cedere alla rabbia distruttiva, oppure possono arrivare a riconoscerla e a orientarla in una direzione costruttiva e, finanche terapeutica. La rabbia è come il vapore di una pentola a pressione che serve a cuocere del buon cibo, ma la pentola ha bisogno della valvola di sfogo e di determinati parametri di sicurezza, altrimenti diventa una bomba.

Non è la rabbia in sé dunque che è pericolosa, è pericolosa quando non viene compresa ed espressa nel modo corretto e funzionale. E la parte che non era matta era arrabbiata.

E la parte che non era né matta né arrabbiata era semplicemente stupida.

Charles Bukowski, Pulp, Siamo quindi giunti ad un paradosso che vale la pena approfondire e praticare nella ricerca e nella clinica: la rabbia per essere curata deve essere impiegata come energia che cura.

Se provi rabbia verso qualcuno o qualcosa prova a parlarne con uno psicoterapeuta e in modo più specifico consultati per la possibilità di seguire una terapia bioenergetica. Ecco come gestire la rabbia dei figli A volte ci sente impotenti di fronte alle sfuriate dei propri figli.

E disorientati. Perché si ha la sensazione che né la dolcezza, né il pugno duro riescano a contenere quei moti di rabbia e a calmarli.

E si viene assaliti da mille interrogativi e sensi di colpa: se urlano, strepitano e si buttano a terra scalciando perché proprio non ne vogliono sapere del nostro no alla richiesta di compare le merendine o un nuovo giocattolo, meglio accontentarli, ignorarli o sgridarli?

Coccole, abbracci, carezze, sorrisi e parole gentili fanno alzare i livelli di ossitocina.

Come gestire la rabbia repressa in noi stessi

Ma il bambino che va in escandescenza non va represso: quando prova rabbia deve scaricarla e istintivamente lo fa con il corpo. Va piuttosto aiutato a sfogare la tensione in modo sicuro e non dannoso per sé e per gli altri.

La rabbia interferisce seriamente con il sonno. Sfoga la tensione accumulata.

Rabbia espressa e repressa: conseguenze ed indicazioni per gestirla

Naturalmente questo non significa rompere oggetti o peggio ancora picchiare qualcuno. Alcuni buoni modi per sfogare tutta la tensione accumulata potrebbero essere fare una corsa, una camminata veloce, una doccia tonificante, prendere a pugni un cuscino, urlare forte senza spaventare i vicini di casa!

In altre parole, se ci si sente bene con se stessi sarà più facile sentirsi bene anche con gli altri. Impara a conoscere e rispettare i tuoi limiti Evita il più possibile di sovraccaricarti di impegni: prova a spegnere di tanto in tanto il cellulare, il computer o la televisione e impara a concederti dei momenti di puro relax, dove rifugiarti dal rumore costante della vita frenetica.

Hai letto questo?FILM DUNKIRK SCARICA

Crea un momento in cui staccare la spina da tutto e da tutti, magari a casa, oppure concedendoti una passeggiata rilassante senza portarti dietro il telefono! Insistere sul problema puntando il dito verso il nostro interlocutore non aiuta a distendere i nervi, al contrario non fa che gettare benzina sul fuoco.

Non offendere Troppo spesso capita di ferire o offendere coloro che ci circondano nei momenti in cui veniamo assaliti dalla rabbia.

In questi casi occorre davvero fare uno sforzo e contare fino a dieci prima di lasciarsi andare a parole offensive. Una sana attività fisica è un buon modo per sfogarsi perché impegnarsi fisicamente libera la menta ed allenta le tensioni.

Riconoscere ed esprimere la rabbia

La musica riduce l'ansia ed aiuta a combattere l'emozioni negative. Ascoltare le canzoni preferite, infatti, produce un effetto rilassante sulla mente che consente di allontanarsi dalle emozioni negative.

Il Gioco aiuta i bambini a sfogare la rabbia repressa. Anche il gioco è un modo corretto per esprimere le proprie emozioni, rabbia compresa, ed essenziale per curare quei bambini che hanno problemi di gestione della collera.

Lo yoga, la meditazione e le tecniche di rilassamento. Parole per controllare e sfogare la rabbia.